LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Ca’ Farsetti cede le sue quote. Pinault rilancia Palazzo Grassi con un restyling di sei mesi
Gloria Bertasi
Corriere del Veneto, Venezia e Mestre 15/12/2020

Palazzo Grassi al 100 per cento francese, François Pinault ha acquistato le quote di proprietà del Casinò e ora si appresta ad avviare un restyling dell’area espositiva. Non tutti in città forse sanno che parte della società che gestisce l’edificio di San Samuele era rimasta pubblica dopo la cessione da parte della Fiat nel 2005 quando, appunto, subentrò Pinault dopo ventidue anni in capo al Lingotto. All’epoca, fu sottoscritto un contratto che lasciava al Casinò il 20 per cento di quote (confluite nella società patrimoniale Cmv) e dava la possibilità all’amministrazione di rientrare in possesso del palazzo alla cifra simbolica di mille euro dopo novantanove anni dall’atto di vendita. Ora, quella quota viene dismessa a 11 milioni di euro (nel 2011 già si parlò dell’operazione ma a 5 milioni) e il Comune rinuncia alla prelazione futura. «Si tratta di un diritto di opzione teorico - sottolinea l’assessore a Bilancio e società partecipate Michele Zuin - che non ha molto senso di essere, chissà cosa succederà tra ottantatré anni: noi viviamo nell’oggi e l’operazione che presentiamo non solo è importante ma rinnova la preziosa collaborazione tra la città di Venezia e la Pinault Collection».

Il Comune continuerà a sedere nel consiglio di amministrazione di Palazzo Grassi spa con due componenti, pur non avendone più sulla carta diritto. Di contro, Ca’ Farsetti ha formalmente coinvolto Pinault nei festeggiamenti della fondazione di Venezia. «Ne siamo veramente onorati - commenta Bruno Racine, amministratore delegato di Palazzo Grassi spa - studieremo un evento che riaprirà il Palazzo a settembre dopo il rinnovo dello spazio espositivo che permetterà una migliore conservazione delle opere». Tra aprile e agosto l’immobile sarà chiuso per i cantieri del valore di 2,5 milioni di euro e che seguono i restauri di Tadao Ando a inizi Duemila e quelli degli anni Ottanta di Gae Laurenti. «Se qualcuno aveva dubbi su Pinault, i fatti hanno dimostrato il contrario, lo ringraziamo anche per l’incredibile restauro di Punta della Dogana - continua Zuin - Oggi noi vendiamo con garanzia». Non ci sarà cioè una trasformazione alberghiera: l’arte rimane la mission del magnate francese che il 23 gennaio inaugurerà a Parigi la Bourse de Commerce per la sua collezione.

«Rafforziamo la collaborazione con Venezia nel segno della continuità - sottolinea Racine - Qui abbiamo investito negli anni 170 milioni di euro, dal 2005 abbiamo realizzato 27 mostre, accolto 3 milioni di visitatori, programmato 600 eventi nel Teatrino di Palazzo Grassi con un’attenzione particolare a tutte le categorie di pubblico: l’obiettivo adesso è sviluppare la sinergia con le altre istituzioni culturali della città, in particolare con la Fondazione dei Musei civici».

Gli 11 milioni saranno usati per «coprire la situazione debitoria di Cmv verso le banche e al Comune - conclude Zuin - purtroppo resterà poco». La vendita delle quote è stata, infine, sollecitata dal ministero dell’Economia già due anni fa: la partecipazione risultava irregolare sulla base delle disposizioni del Testo unico delle società pubbliche.



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news