LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il “Giardino di Musumeci” a Palazzo d’Orleans, per l’esperto è “Orribile”
Blog Sicili 17/12/2020

Polemiche su polemiche. Non smettono le critiche alla giunta regionale e al presidente della Regione Nello Musumeci dopo la fine dei lavori davanti lo storico Palazzo d’Orleans, sede della Presidenza Regionale, che da ieri ospita un “lussureggiante” giardino fatto di piante, palle in marmo, catene nere. Doveva servire a far risaltare la bellezza del Palazzo palermitano. Oltre 900 mila euro. Tanto sarebbe costata l’opera affidata ad una ditta di Montelepre, in provincia di Palermo. “Un collegamento in armonia fra zona esterna e interna del palazzo” doveva essere secondo il governatore siciliano ma per molti è un “pugno in un occhio”.

Discutibile è il progetto per molti utenti dei social e per molte forze politiche che hanno sottolineato che forse, visti i tempi di vacche magre, il governatore avrebbe potuto risparmiarsi questo capriccio. Che l’opera sia poco consona alla dignità del palazzo che fu residenza di Luigi Filippo d’Orleans, ne sono convinti in tanti, tra cui Paolo Inglese che è docente ordinario alla Facoltà di Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali dell’università di Palermo. “Quel palazzo non è una fortezza, bensì una residenza – dice l’esperto in una intervista a Buttanissima Sicilia -. E oggi rappresenta l’istituzione “prima” della Regione siciliana. Avrebbe meritato un’attenzione particolare”.

“Un giardino, come qualunque manufatto – aggiunge l’esperto -, prevede una fase progettuale. Che andava assegnata a un architetto paesaggista o a un gruppo di agronomi paesaggisti”. Un intervento come quello eseguito a Palazzo d’Orleans, fondato da Giovanni Monroy, principe di Pandolfina, nel 1775; che è stato abitato dall’erede al trono di Francia, dai duchi di Guisa, dalla figlia di Ferdinando di Borbone, andava affidato ad un esperto con un curriculum di peso.

Per Inglese sarebbe stato opportuno affidare la cura del giardino a qualcuno con alle spalle una storia di progetto architettonico e paesaggistico di giardini, seguendo l’esempio dell’Ars, che ha affidato i Giardini reali all’Orto Botanico.

A Inglese viene anche chiesto un giudizio sul giardino voluto da Musumeci e la sua risposta è lapidaria. “Orribile. Non si possono spendere 922 mila euro senza un intervento paesaggistico di rilievo”. L’esperto critica la scelta di installare palle in marmo, le catene nere. Uno stile che non rispecchia quello del palazzo. “Anche gli ulivi tosati come barboncini e la fontana in stile Casamonica mi lasciano perplesso”. “Da cittadino palermitano lo trovo un intervento orribile, che meritava una maggiore sedimentazione culturale”.

https://www.blogsicilia.it/palermo/il-giardino-di-musumeci-a-palazzo-dorleans-per-lesperto-e-orribile/567748/


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news