LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Apre il Mausoleo d’Augusto
Edoardo Sassi
Corriere della Sera - Roma 19/12/2020

I tempi non sono immediati. Per vedere la fine del progetto — restauro del monumento completato, musealizzazione, rifacimento della piazza — bisognerà aspettare la fine del 2023. Ma quella di ieri, per la travagliata storia del Mausoleo di Augusto — una delle testimonianze archeologiche più importanti della storia romana — è comunque una giornata fondamentale.

Dal 1 marzo infatti il più grande sepolcro circolare del mondo antico, cosa che non accadeva da anni (2007), si potrà visitare: gratis per tutti fino al 21 aprile, Natale della città, e gratis per l’intero 2021 ma solo per i romani, prenotandosi già da questo lunedì sul sito www.mausoleodiaugusto.it.

L’annuncio è stato dato dalla sindaca Virginia Raggi nel corso di una conferenza stampa, affiancata da Salvatore Rossi, presidente della Fondazione Tim, mecenate di questa colossale operazione ancora in corso (6 milioni di euro il loro contributo), finanziata anche con fondi pubblici di Roma Capitale (2,275 milioni) e del Ministero per i Beni culturali (2 milioni). Presenti anche tutti gli altri attori — vicesindaco Luca Bergamo, sovrintendente capitolina, Maria Vittoria Marini Clarelli, e soprintendente di Stato, Daniela Porro — di un’operazione tanto complessa quando lunga, che ebbe inizio nel 2006 con il progetto vincitore del Concorso internazionale, aggiudicato dal gruppo dell’architetto Francesco Cellini).

Raggi ha anche annunciato la futura, completa pedonalizzazione di piazza Augusto Imperatore con relativo spostamento del capolinea degli autobus. Ma la notizia, almeno nell’immediato, è l’accessibilità, sia pure a cantiere in corso, a un monumento che per paradosso — nonostante le dimensioni colossali, quasi 90 metri di diametro, nonostante l’importanza, nonostante il suo isolamento voluto da Mussolini negli anni Trenta del Novecento radendo al suolo un intero quadrante di città — resta uno dei meno percepiti e conosciuti, anche per via dell’«affossamento» rispetto all’attuale piano di calpestio della città contemporanea. Un problema che si risolverà in parte con la creazione della nuova piazza (lavori partiti lo scorso maggio), caratterizzata dalle due ampie cordonate che scendono gradatamente verso il dromos d’accesso alla tomba dell’imperatore.

E proprio dal dromos partirà l’itinerario del visitatore, che da marzo potrà ammirare gli interventi di restauro del Mausoleo realizzati fino a oggi, con la sistemazione di numerosi ambienti interni (concamerazioni), con il rifacimento di 14 mila metri quadri di murature, fino a giungere sulla sommità del monumento che un tempo era alto 50 metri, compresi i cinque della colossale statua d’Augusto in oro che svettava sulla cima.

Una volta all’interno, al di là del colpo d’occhio d’insieme di grande suggestione, la storia del Mausoleo già dal 21 aprile si arricchirà con contenuti digitali in realtà virtuale e aumentata (ancora in collaborazione con la Fondazione Tim), necessari, insieme alla rinnovata pannellistica didattica, per capire la complessità dell’evoluzione di un monumento altrimenti di difficile lettura. Una storia pressoché infinita, la sua, anche e soprattutto nella fase post-antica: con le tante spoliazioni almeno fin dai tempi dei Goti, con l’utilizzo come cava di materiali, con le trasformazioni in fortilizio Colonna nel XIII secolo, in Palazzo con giardino all’italiana dal 1500 per la nobile famiglia Soderini, in anfiteatro dal 1780 con giostre e cacce di tori e bufale (si vedono ancora oggi i ganci per il bestiame) e infine in auditorium-sala per concerti fino al 1936. Il tutto prima delle massicce integrazioni e superfetazioni in cemento, veri e propri interventi di ricostruzione di epoca fascista.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news