LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Svolta sul corridoio Vasariano. Scelta la ditta che farà i lavori
Antonio Passanese
Corriere Fiorentino 19/12/2020

Sarà un cantiere a impatto zero, in termini di intralcio e ingombro visivo. E avrà una durata di 11 mesi (contro i 18 previsti inizialmente). Tra fine gennaio e inizio febbraio 2021 — non appena Invitalia avrà aggiudicato definitivamente i lavori — dovrebbero partire gli interventi propedeutici alla riapertura del Corridoio Vasariano. Giovedì la centrale di committenza del ministero per i beni Culturali ha scelto, su una trentina di partecipanti al bando europeo, l’azienda che dovrà occuparsi degli interventi nel Corridoio: si tratta della Fratelli Navarra di Roma, che ha scalzato la Cmsa di Pistoia che dal 2005 si occupa dei lavori per i N uovi Uffizi.

«Siamo attrezzati e pronti — spiega Attilio Navarra, uno dei soci — E abbiamo già il personale da utilizzare sul cantiere. Ci rendiamo conto che si tratta di un lavoro importante, non solo per la nostra società ma soprattutto per la città di Firenze che non deluderemo».

Il Vasariano, chiuso dal 2016 per motivi di sicurezza, verrà completamente riallestito e attrezzato per trasformarlo in un percorso museale. La Fratelli Navarra di Roma si dovrà occupare degli intonaci, della pavimentazione, del sistema impiantistico, degli interventi architettonici e dovrà anche creare quella porta anti incendio a causa della quale da quattro anni il percorso che va da Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti è off limits. La società capitolina di costruzioni e restauro è riuscita ad aggiudicarsi la gara grazie al 35% di ribasso (l’offerta presentata è di 6,8 milioni di euro) e ai tempi di cantiere, più brevi di quelli prospettati da tutti gli altri partecipanti. «Per il nostro progetto ci siamo avvalsi dello studio di progettazione Rem di Napoli con cui stiamo lavorando sia alla Reggia di Caserta che agli scavi archeologici di Pompei», aggiunge Attilio Navarra che ci tiene ad assicurare che «creeremo meno disagi possibili nel centro storico». Come? «Utilizzeremo ponteggi sospesi che partono da una determinata altezza e che attraverso un sistema collaudato e particolare ci consentiranno di risparmiare sull’occupazione di suolo pubblico. Il nostro obiettivo è: sostenibilità ambientale».

I tecnici della Fratelli Navarra di Roma, inoltre, hanno previsto tre punti di lavoro: ad inizio, al centro e alla fine del Corridoio, «tre cantieri che poi andranno a incontrarsi, come accade quando si scava una galleria». La società nei suoi 32 anni di attività ha lavorato alla basilica di Sant’Antonio di Padova, al colonnato di San Pietro, al Castello Sforzesco alla chiesa delle Anime Sante dell’Aquila (un intervento post sisma) e anche a Palazzo Kock, sede della Banca d’Italia.



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news