LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Riapre a Palermo dopo cinque anni di lavori il museo Pitrè
La Repubblica - Palermo 21/12/2020

Con la scopertura di un busto di Giuseppe Pitrè da parte del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, dell'assessore alle Culture Mario Zito e della direttrice Eliana Calandra, oggi pomeriggio è tornato in attività nel capoluogo siciliano, dopo cinque anni, il museo Pitrè a conclusione dei lavori di completa riorganizzazione dell'allestimento. La riapertura del museo etnografico siciliano, tuttavia ancora non aperto al pubblico, è stata fatta in occasione dell'anniversario dalla nascita di Pitrè, avvenuta nel 1841 in una abitazione del quartiere del Borgo vecchio. Da domani prenderà il via la rassegna Accendiamo una luce al museo Pitre, performance in streaming ispirate alle tradizioni popolari, che saranno trasmesse direttamente dalle sale del museo.

"Un museo, contrariamente a quanto si potrebbe pensare - ha detto Orlando - non è un luogo in cui un patrimonio viene chiuso e soltanto custodito, ma un luogo che vive, coltiva sapere e cultura. Ancor di più un museo come il Pitrè che custodisce certamente ma ancor di più racconta la nostra storia, la nostra vita fatta di piccoli e grandi oggetti, abiti nobiliari e semplici vesti contadine, giocattoli di bambini e attrezzi da lavoro. In questo lungo periodo il museo Pitrè non si è mai fermato, ma grazie alla passione di chi lo dirige e di chi vi lavora, si è rinnovato, è divenuto un museo moderno pur mantenendo, e non poteva essere altrimenti, ferme le sue radici e la sua missione per valorizzare una straordinaria collezione etno-antropologica che racconta la storia di Palermo e della Sicilia. In questo Natale diverso dal solito, in un momento in cui più che mai occorre avere e alimentare la speranza, questa riapertura è comunque un segnale importante, una delle tante luci accese in questi giorni e che ancora una volta conferma come la cultura e le culture sono motore della nostra comunità. Aspettiamo pazientemente di poter accogliere anche i visitatori e i turisti in questo ritrovato gioiello del sistema museale cittadino, certi che comunque da subito e nei limiti delle restrizioni contro il covid, studiosi e ricercatori gioiranno delle possibilità offerte del museo".

"Il pessimismo pandemico non ci impedisce di accendere luci di speranza in città - ha commentato Zito - Certamente aprire un museo nel momento in cui le visite sono "sospese" può apparire un paradosso, ma oggi facciamo nostre e traduciamo in azione concreta le innumerevoli istanze di attenzione dei cittadini, degli studiosi e degli studenti, che da oggi potranno tornare a fruire della collezione per i propri studi. I musei infatti in realtà in questo momento storico non hanno mai chiuso, ma hanno continuato la propria ricerca storico-critica, la rilettura e la riflessione sulle proprie collezioni e sul ricco materiale in deposito, il dialogo con i visitatori virtuali attraverso attività in streaming. Il museo Pitrè è vivo ed arricchisce il percorso cittadino demo-etno-antropologico che comprende tante altre istituzioni pubbliche e private".

La rassegna Accendiamo una luce al museo Pitrè inizierà domani con lo spettacolo dell'opera dei pupi, a cura della famiglia Agramante, dal titolo "Il genio, luce di Palermo". Seguiranno, per tutto il periodo delle festività natalizie, performance teatrali, concerti di canti tradizionali siciliani, spettacoli nei quali lo stesso pitrè rivivrà virtualmente nelle sale del suo museo. Il calendario degli eventi con i relativi link per visualizzare gli spettacoli in streaming sarà pubblicato sui canali istituzionali del comune.

https://palermo.repubblica.it/societa/2020/12/21/news/riapre_a_palermo_dopo_cinque_anni_di_lavori_il_museo_pitre_-279354885/


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news