LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. «Sarà restaurato il Tiziano di Palazzo Reale»
Natascia Festa
Corriere del Mezzogiorno - Campania 23/12/2020

Iniziare il mandato da direttore di Palazzo Reale a ritrovarsi dopo poco con un Tiziano in più. È quello che è accaduto a Mario Epifani, almeno secondo la recentissima riattribuzione del ritratto di Pier Luigi Farnese proprio al Vecellio. Lo abbiamo raccontato in esclusiva domenica scorsa su queste pagine dando notizia della nuova indagine condotta da Andrea Donati. Epifani ha preso bene (ovviamente) la notizia.

Direttore, racconti la sua versione della storia.
«Quando mi sono trasferito a Palazzo Reale conoscevo già Andrea Donati e le sue ricerche. Nei mesi precedenti, infatti, come storico dell’arte assegnato al museo di Capodimonte, mi era capitato di incontrarlo nel corso delle sue indagini sui Tiziano conservati lì. La sua tesi, come ha raccontato il Corriere del Mezzogiorno , è importante perché apre un confronto necessario. Mi aspetto un dibattito tra gli studiosi, a partire da quelli di Capodimonte. Curatori e restauratori del museo diretto da Bellenger sono certamente chiamati in ballo per confrontare i loro dati con quelli di Donati che riaprono una querelle critica che dura da molto».

Quale indizio ritiene rilevante per l’attribuzione?
«Certamente molto interessante è la provenienza Farnese. Al di là di quale sarà il risultato finale dell’attribuzione, trovo la riapertura del dibattito scientifico rilevante di per sé».

Donati ha spiegato che una delle cause del declassamento — l’opera era originariamente ritenuta di Tiziano — è stata la cattiva conservazione. Darà corso al restauro?
«Lo avevo già in programma ma ora le novità dovute alle rivelazioni di Donati mi suggeriscono di accelerare almeno l’operazione di pulitura dell’opera. Ma c’è un altro aspetto che questa attribuzione mette in luce».

Quale?
«La necessità di ridare lustro alla collezione di opere di Palazzo Reale che è storicamente stata di grande prestigio. Un esempio per tutti: qui era conservata la celebre Pala Colonna di Raffaello Sanzio acquistata ai primi dell’Ottocento per le collezioni di Ferdinando IV di Borbone. Ci è rimasta fino all’Unità d’Italia quando Francesco II trasferì l’opera a Gaeta e poi a Madrid. Nel 1870 la Pala andò in prestito al Musée du Louvre di Parigi e successivamente alla National Gallery di Londra fino ad essere acquistata, nel 1901, da John Pierpont Morgan, banchiere e collezionista statunitense che poi la lasciò al Metropolitan Museum di New York, dove oggi è esposta (nell’allestimento dell’Appartamento di Etichetta , redatto nel 1840 dall’architetto Gaetano Genovese, la Pala Colonna risulta esposta nella Seconda Anticamera insieme a opere di Carracci, Tiziano, Ribera e di altri prestigiosi artisti. Era posizionata sulla parete che fronteggia le finestre sulla piazza, ndr ). Non solo Raffaello. Ci sono quadri di Gerardo delle Notti, il pittore la cui mano viene spesso confusa con quella di Caravaggio, tanto per dire, e la grande pittura napoletana da Massimo Stanzione a Francesco De Mura. Le sole opere di Andrea Vaccaro, poi, valgono una mostra».

Premessa: il prestigio e la bellezza di Palazzo Reale non ne hanno bisogno, ma tornando a Pier Luigi Farnese, un Tiziano potrebbe essere di richiamo?
«Certo, ma Palazzo Reale non è una pinacoteca come Capodimonte. Tra i due c’è la stessa differenza che esiste tra Versaille e Louvre. Qui si viene per visitare gli appartamenti storici: le opere sono sulle pareti tra arazzi e tessuti, senza faretti. Il ritratto Farnese dialoga già con gli altri Tiziano di Capodimonte. Il punto tra originali e copie del maestro, però, è una questione molto contemporanea. Nel Cinquecento, una replica autorizzata della bottega del pittore valeva un originale. Oggi la questione si affronta diversamente. Di sicuro noi saremmo molto felici di aggiornare il cartellino dell’opera scrivendo Tiziano».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news