LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Dipinto di Guido Reni creduto disperso torna alla Galleria Borghese
Finestre sull'arte 28/12/2020

Torna nella collezione della Galleria Borghese la Danza campestre di Guido Reni.

Il dipinto era comparso sul mercato antiquario nel 2008 a Londra con l’attribuzione a un anonimo artista bolognese; dopo le prime ipotesi attributive ne è stata riconosciuta la paternità a Guido Reni, grazie anche all’individuazione dell’opera negli inventari e nelle descrizioni della collezione di Scipione Borghese. La Danza campestre è stata esposta nel marzo 2020 al TEFAF dalla Galleria Fondantico e ora l’opera è stata acquistata dalla Galleria Borghese, riacquisendo così il dipinto che si riteneva disperso.

La scena raffigura una festa campestre: un ballo, accompagnato dalla musica del liuto e della viola da braccio, a cui partecipa un gruppo di contadini, al quale assistono alcune dame e signori del luogo. I personaggi appaiono seduti in cerchio, in una radura tra gli alberi accanto alla quale scorre un ruscello. Al centro, un giovane villano invita una dama ad aprire le danze. Si nota poi una grande varietà di atteggiamenti dei personaggi: una dama annoiata si rivolge verso la sua vicina, due donne si prendono cura di un bimbo, il suonatore di liuto si interrompe per prendere una delle fiasche poste a rinfrescare sulla riva. Castelli, casali e una piccola chiesa arricchiscono il paesaggio collinare. Particolare un dettaglio del dipinto: due mosche che si sono posate sulla superficie della tela.

La documentata provenienza di questo dipinto dalla collezione di Scipione Borghese e il suo rinvenimento danno occasione di precisare la fondamentale importanza della committenza Borghese per Guido Reni. Il cardinale desiderava fare di Reni il suo pittore di corte. A lui papa Paolo V affidò gli affreschi della Cappella Paolina in Santa Maria Maggiore e uno dei suoi massimi capolavori, l’Aurora nel casino ora Pallavicini-Rospigliosi, quando questo era la prima impresa edile e residenza del cardinale Scipione Borghese.

Il pittore si dedicava al tema del paesaggio nei primi anni del suo soggiorno romano. La cultura bolognese dei Carracci e in particolare di Annibale e gli echi dei paesaggi di Nicolò dell’Abate sono ancora alla base della costruzione di un dipinto come la Danza campestre, risalente agli anni 1601-02. Questa importante opera di paesaggio contribuisce dunque a integrare il percorso artistico e i diversi ambiti di ricerca sperimentati dall’artista bolognese.

https://www.finestresullarte.info/musei/danza-campestre-guido-reni-torna-collezioni-galleria-borghese?


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news