LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La Reggia di Caserta assume... falchi per allontanare i piccioni che danneggiano i marmi
Finestre sull'arte 29/12/2020

Una pattuglia di falchi per allontanare storni e piccioni dalla Reggia di Caserta: i pennuti, soprattutto i piccioni, rappresentano infatti un problema atavico per la conservazione del complesso vanvitelliano. I volatili sono ormai stanziali negli spazi dei cortili, del Cannocchiale, dello Scalone, del Vestibolo inferiore e di quello superiore e della Cappella Palatina, e arrecano un grave danno ai marmi, agli stucchi e a tutte le superfici di pregio.

Il guano lasciato dagli uccelli favorisce infatti il rapido deterioramento delle superfici lapidee e la creazione di muffe e funghi. Oltre al degrado strutturale va poi considerato il danneggiamento estetico delle opere, e il guano è inoltre causa di possibili problemi igienico sanitari in relazione alla fruizione pubblica. Ecco quindi che, dopo, gli interventi di restauro e le iniziative di riordino e pulizia di tutti gli ambienti, la Reggia di Caserta si appresta ora ad affrontare il problema dei piccioni: è stata appena pubblicata la manifestazione di interesse per l’affidamento del “servizio di allontanamento storni a mezzo rapaci”.

Negli ultimi mesi sono stati effettuati importanti lavori di restauro e si rendono adesso urgenti interventi risolutivi per non rendere vano il lavoro fatto. Per questo si è deciso di ricorrere alla falconeria. Le caratteristiche architettoniche del Complesso vanvitelliano, con i suoi numerosi cornicioni, travature, volte, nicchie e statue, non consentono, sia dal punto di vista economico sia estetico e funzionale, di operare con dissuasori meccanici o elettrificati. Agire con interventi mirati o parziali, d’altro canto, costituirebbe una soluzione solo temporanea.

Una soluzione dunque ecologica, naturale e non impattante: i rapaci voleranno sui cieli della Reggia tenendo lontani gli storni e i piccioni, in via stabile. L’utilizzo di falchi addestrati consente infatti di sfruttare il naturale istinto di autoconservazione dei piccioni, e nel tempo induce le colonie ad andare via. Già nel maggio scorso, grazie all’Associazione Amici della Reggia che aveva promosso l’iniziativa, era stato effettuato un tentativo sperimentale che si era dimostrato efficace.

La procedura per l’acquisizione della manifestazioni di interesse verrà svolta integralmente con modalità telematiche ed è consultabile sul sito della Reggia di Caserta. La durata della fornitura del servizio sarà di tre anni.

https://www.finestresullarte.info/musei/reggia-di-caserta-falconeria-per-allontanare-i-piccioni?


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news