LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

«Colosseo, liberarlo dalle auto si può»
Diana Romersi
Corriere della Sera - Roma 30/12/2020

Liberare il Colosseo dalle auto in soli trenta giorni e a costo zero. La proposta arriva da Legambiente, che punta a rendere la città un po’ più attraverso la riorganizzazione della viabilità del centro storico. Nessun lungo e polveroso cantiere, ma solo interventi strategici su segnaletica, sensi di marcia e posizionamento dei varchi elettronici.

L’ambizioso progetto è l’ultimo tassello di una più ampia riflessione che l’associazione ambientalista ha raccolto in un «Manifesto per costruire un’idea di futuro della Capitale». «La pedonalizzazione del Colosseo è il provvedimento che più di tutti può migliorare il volto e la percezione di Roma nel mondo», sottolinea Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio.

Nel dettaglio, il piano prevede dieci provvedimenti. Si parte da via dei Fori Imperiali con la completa pedonalizzazione del tratto da largo Corrado Ricci e piazza del Colosseo, oggi ancora percorribile dai mezzi di trasporto pubblico. Stop alle auto anche in via Celio Vibenna e via di San Gregorio. Su via Cavour il progetto comprende l’ampliamento della Ztl attraverso lo spostamento del varco elettronico all’altezza del civico 211 e obbligo di svolta su via Giovanni Lanza ai non autorizzati, mentre il varco al civico 255, all’incrocio con Via dei Serpenti e via degli Annibaldi diventerebbe una preferenziale per Tpl e taxi. Ancora via degli Annibaldi insieme a via Nicola Salvi e via delle Terme di Tito si trasformerebbero invece in preferenziali per bus e taxi.

Agli automobilisti rimarrebbero via di San Giovanni in Laterano, via dei Santi Quattro, via Capo D’Africa e via Claudia, chiuse però sul lato di piazza del Colosseo. Aperte al traffico anche via Celimontana e via dei Normanni, convertite in strade a doppio senso per garantire l’attraversamento tra piazza Celimontana e via Labicana. In attesa della fine della pandemia, il piano prevede stalli anche per i bus turistici in piazza Celimontana e via del Monte Oppio.

Il piano non menziona un rafforzamento del Tpl che, secondo Scacchi, «è sempre utile, ma in questo caso non servirebbe». Spiega il presidente di Legambiente Lazio: «Solo togliere le auto significa potenziare il trasporto pubblico, perché renderebbe gli autobus più veloci».

La pedonalizzazione dell’area del Colosseo è un progetto che ha radici profonde. «O i monumenti o le automobili», tuonava nel lontano 1978 l’allora primo cittadino, Giulio Carlo Argan. Un monito raccolto dal successore, Luigi Petroselli, che il 30 dicembre del 1980 rese inaccessibile alle auto il tratto tra l’Anfiteatro Flavio e l’Arco di Costantino. Dieci anni dopo, l’amministrazione guidata da Francesco Rutelli diede vita alle domeniche senza auto in via dei Fori Imperiali, ma solo nel 2014 il piano di pedonalizzazione tornò sui banchi dell’aula Giulio Cesare, con il sindaco Ignazio Marino che chiuse i Fori al trasporto privato. «Da allora non è stato fatto più nulla», è l’accusa del presidente Scacchi.

Tra i desiderata indicati da Legambiente c’è anche la realizzazione del Grab, il grande raccordo anulare delle biciclette, presente nel programma del Movimento Cinque stelle. Ma commenta Scacchi: «Siamo riusciti a far passare cinque anni senza realizzarne un metro». Da qui l’idea di realizzare un manifesto rivolto «a chi governerà prossimamente Roma».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news