LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L’anno nero dei musei. Ma chi va on line fidelizza il pubblico
Paolo Morelli
Corriere della Sera - Torino 31/12/2020

Anche per i musei è stato un anno terribile, questo era certo, ma i dati diffusi ieri certificano un calo medio dei visitatori che supera il 70%. Nonostante tutto c’è qualcosa di positivo, ma prima è necessario partire dai numeri.

Le due ammiraglie del circuito torinese, Museo Egizio e Reggia di Venaria, registrano un crollo verticale degli accessi, passando rispettivamente da 853 mila e 840 mila ingressi nel 2019 a 241 mila e 160 mila nell’anno che si conclude oggi. In generale, i musei, tranne eccezioni in negativo, sono stati aperti circa sei mesi su dodici, di cui quasi quattro con capienze ridotte. È naturale, quindi, che il 2020 farà storia a sé e, per valutare la futura ripresa, i confronti si dovranno fare con i numeri del 2019.

Crolla anche il Museo del Cinema, che perde il 75% e registra 163mila visitatori, come il complesso dei Musei Reali che dimentica l’ottimo risultato dello scorso anno, quando staccò 613 mila biglietti, attestandosi a quota 141 mila. Ci sono poi realtà che non hanno potuto comunicare i dati perché sono rimaste chiuse da inizio marzo. Gli uffici lavorano ridotti all’osso, fra cassa integrazione (con relative conseguenze sociali) e ferie obbligate, ed è complicato riannodare i fili di un anno da cancellare.

Perde il 70% il Castello di Rivoli, che ha potuto accogliere solo 38 mila visitatori, mentre Fondazione Torino Musei (Gam, Mao e Palazzo Madama) tocca quota 66 mila. Si ferma a 32 mila la Fondazione Accorsi-Ometto, mentre il Museo dell’Automobile supera appena i 60 mila ingressi, con una perdita del 75%, che diventa dell’80% se si considerano 15 mila ingressi gratuiti per le celebrazioni per i 115 anni di Aci. Alla conta dei danni si aggiungono alcune sedi della Direzione regionale dei musei del Piemonte: Palazzo Carignano ha registrato 6.000 accessi (-69%), Villa della Regina ne ha raggiunti 21.600 (-57%), poco meno di 20 mila al Castello di Agliè (-68%), 15.400 al Castello di Racconigi (-60%) e quasi 15.800 all’Abbazia di Vezzolano (-66%). Si aggiungono 2.545 visitatori al Castello di Moncalieri e 3600 alla Fondazione Merz.

Il lato positivo è stato l’enorme sviluppo online. La pandemia ha obbligato anche i musei a migliorare il digitale: da iniziative più o meno improvvisate a produzioni ad hoc. L’Egizio ha raccolto 1 milione e 170 mila visualizzazioni per le Passeggiate del direttore, con decine di migliaia di contatti per nuove serie come Ask2Curators o Stelevisione. La crescita social (e del sito web) ha fatto segnare cifre enormi, fino al +1.345% degli iscritti su YouTube. Crescono i festival organizzati dal Museo del Cinema, in cui spiccano il +114% degli iscritti sul canale YouTube del Tff e il +1.200% della copertura Instagram del museo stesso; crescono anche i tre scrigni della Fondazione Torino Musei, che segnano, fra il resto, un +63% su Instagram. È proprio il social dedicato alle foto a farla da padrone, come per il +55,6% dei Musei Reali. Alla crescita digitale si aggiungono: Fondazione Accorsi-Ometto, che segna un +780% degli iscritti al canale YouTube; Castello di Rivoli con 24mila follower guadagnati sui vari social; Reggia di Venaria, che ne registra 370 mila in più; Fondazione Merz, con 31 mila partecipanti agli eventi online.

Al netto dei singoli numeri, tutti i musei hanno sviluppato attività soprattutto laddove erano assenti o non sufficienti per «reggere» in digitale, creando anche soluzioni innovative con prospettive incoraggianti per il 2021. Del resto la comunità di un ente culturale va ben curata anche online, con investimenti e piani dedicati: ora, più che necessario, è diventato obbligatorio. Alle riaperture servirà capire come convertire i clic in biglietti o altri introiti.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news