LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Villa Gordiani, il restauro
Lilli Garrone
Corriere della Sera - Roma 5/1/2021

E il nuovo anno si apre anche con il restauro del «Mausoleo dei Gordiani», il monumento più significativo dell’ampio complesso archeologico sulla via Prenestina. Parte integrante di una estesa villa residenziale, infatti, circondato da un ampio parco, questo imponente edificio funerario a pianta circolare, su due piani, «rappresenta una delle testimonianze meglio conservate dell’esistenza, in età tardo-antica lungo le principali consolari romane, di complessi monumentali a carattere residenziale caratterizzati dall’ associazione con mausolei dinastici — spiega l’archeologa Maria Gabriella Cimino — tipici del momento di passaggio dalla Roma pagana alla Roma cristiana. I più noti sono quelli ancor oggi conservati di Romolo, figlio di Massenzio, sulla via Appia, di Elena (Torpignattara) sulla via Labicana, oggi Casilina, di Costanza, figlia di Costantino, sulla Nomentana. Adesso questo restauro è un intervento di straordinaria importanza per la valorizzazione e la fruibilità di un bene simbolo dell’identità culturale di quella parte di città».

L’edificio, oltre a essere in parte ricostruito, nel rispetto delle caratteristiche originarie, sarà poi aperto al pubblico. «I lavori sono già stati assegnati», fa sapere Antonello Fatello, a capo della «Direzione interventi sull’edilizia monumentale» della Sovrintendenza capitolina, «e inizieranno entro la fine del mese. Durata prevista 18 mesi, costo complessivo un milione e 100 mila euro».

L’ intervento inoltre è «propedeutico — aggiunge Cimino — a un programma più ampio di valorizzazione che prevede oltre al restauro dei diversi manufatti della villa anche la creazione di un percorso attraverso il quale il cittadino riuscirà a comprendere la grandiosità architettonica del complesso monumentale. I lavori offrono infatti l’occasione per ridisegnare l’assetto della lussuosa villa, la cui storia si articola per oltre mille anni, dalla fine del II secolo avanti Cristo al XIV secolo. Infatti l’intervento urbanistico sull’area, solo tardivamente vincolata, fu interessato dalla costruzione di servizi destinati alla collettività, da sbancamenti distruttivi e dall’allargamento con l’abbassamento del sedime della Prenestina, stravolgendo la topografia antica».

Un cantiere, dunque, che ha come obiettivo finale la riqualificazione dell’intero complesso, ricordato nella Historia Augusta come una fra le ville più grandi e fastose del suburbio romano, con un porticato di 200 colonne e una superficie di 17mila metri quadri, situata al III miglio della Prenestina, più o meno un chilometro da largo Preneste. Solo nel 1952 il Comune di Roma ne divenne proprietario, acquistandolo dalla famiglia Lancellotti. I lavori consisteranno nel consolidamento delle strutture e nel restauro conservativo delle opere murarie, proseguendo poi con il consolidamento delle murature perimetrali, delle volte del pronao e degli elementi decorativi in cima. Prevista la ricostruzione della porzione di volta crollata tramite una struttura metallica, la revisione degli ingressi e un impianto di illuminazione artistica.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news