LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. «Micro donazioni dei residenti e conquista dei social. Così i musei possono superare la crisi»
Fiorella Girardo
Corriere del Veneto, Venezia e Mestre 6/1/2021

Resta caldo il dibattito a Venezia circa la chiusura dei Musei Civici fino al 1° di aprile comunicata dal sindaco Luigi Brugnaro. Ieri anche le Sezioni Anpi Sette Martiri e Erminio Ferretto sono scese in campo a difesa dell’apertura ricordando le finalità che la Costituzione attribuisce alla cultura, «non merce in esposizione da cedere al miglior offerente, ma luogo tramite il quale operatori qualificati promuovono la formazione del cittadino». E mentre aumentano le adesioni all’appello lanciato dalla rivista Ytali «per non uccidere la cultura a Venezia», sorge la domanda se esista una terza via che tenga conto della situazione pandemica e delle sue ricadute economiche, senza privare la città del suo patrimonio culturale. «Certamente, in situazioni emergenziali come quella che stiamo vivendo, esistono azioni che possono essere messe in atto». A parlare è Francesco Casarin, ordinario di Marketing dell’arte e della cultura di Ca’ Foscari. «Quando chiude un museo non chiude solo un’istituzione, ma chiude un po’ la città. La missione istituzionale del museo va oltre l’aspetto puramente economico e non può ridursi solo a questo, d’altra parte è opportuno tenere presenti le esigenze della forza lavoro e del bilancio».

Come se ne esce allora?
«Sono due le cose che i musei potrebbero fare: innanzitutto attivare tutti gli strumenti di presenza online continuando a mantenere l’attenzione sull’istituzione museale, dalla presenza sui social alla digitalizzazione delle opere d’arte alle visite virtuali. I musei possono approfittare di questa particolare situazione per aumentare la propria autorevolezza e la propria reputation online».

E la seconda cosa?
«L’attivazione di iniziative di micro donazione da parte dei residenti e la loro fidelizzazione. E’ vero che i veneziani non pagano il biglietto ma possono attivare altri centri di ricavo collocati all’interno del museo, come il bookshop e il caffè».

Cosa intende per fidelizzazione?
«Un vantaggio conseguibile potrebbe essere l’aumento dell’intensità della partecipazione del residente al museo. La fruizione del museo potrebbe essere diversa con un’esperienza più appagante. Uno dei grandi problemi è che l’affollamento turistico porta a una riduzione della qualità della visita anche per il residente. L’esito è una disaffezione e il venir meno di una self identity ».

Cosa stanno facendo i altri musei stranieri?
«All’estero sono attive le maggiori istituzione museali sul fronte del digitale e dei servizi alla collettività. La situazione italiana è palesemente più arretrata».

Si riferisce alle attività sui social network?
«I social sono strumenti fondamentali e irrinunciabili, la situazione emergenziale nasconde una vera opportunità per sviluppare quest’area. Instagram, per esempio, è particolarmente idoneo al mondo dell’arte e della cultura. Ma al di là dei siti web e la presenza sui social, c’è l’uso creativo che si fa di questi strumenti. È importante saper creare motivi di interesse e di coinvolgimento del pubblico. Ma in Laguna ci sono musei anche di livello mondiale ancora privi di siti web istituzionali almeno accettabili».

La soluzione?
«Questa situazione emergenziale permarrà perlomeno durante la campagna di vaccinazione, terze vie basate su questi due pilastri potrebbero costituire una soluzione di compromesso che contempera vantaggi e svantaggi».



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news