LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pienza (Siena). La Val d’Orcia scrive all’Unesco: proteggeteci dalle scorie nucleari. Grosseto: ora class action
Aldo Tani
Corriere Fiorentino - 9/1/2021

Al contrattacco. Incassato il colpo, la Val d’Orcia è passata all’azione. Con una lettera i sindaci di Pienza e Castiglione d’Orcia si sono rivolti alle massime autorità nazionali e mondiali dell’Unesco, cercando una sponda nella vicenda del deposito di rifiuti radioattivi. Una delle 67 aree idonee a ospitarlo, secondo la mappa realizzata dalla Sogin, si trova proprio a poche decine di metri, nel comune di Trequanda. «Con appena 60 giorni di tempo per le osservazioni, ci dobbiamo muovere — sottolinea Manolo Garosi, sindaco di Pienza — Per questo motivo abbiamo interpellato l’Unesco. La nostra volontà è di includere le loro considerazioni nei rilievi che presenteremo». L’altra firma in calce alla missiva è quella di Claudio Galletti, primo cittadino di Castiglione: «Vogliamo che le nostre ragioni siano ben supportate e quindi abbiamo pensato di rivolgersi a chi ha definito questo territorio “patrimonio dell’umanità”». Un titolo che non avrebbe più ragione di esistere. «Noi non abbiamo quella che in gergo si chiama “buffer zone”, una zona cuscinetto — spiega Garosi — Al di della strada verso Castelmuzio, c’è l’area individuata». Nel Grossetano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna, a nome della Maremma, è intenzionato a portare avanti addirittura una class action. In qualità di presidente della Provincia, ha chiamato le singole amministrazioni a far fronte comune, mettendo a disposizione «la propria struttura per un’azione procedimentale e legale collettiva contro l’individuazione nel nostro territorio di un deposito di scorie radioattive (a Campagnatico, ndr )». Ma l’allarmismo non è condiviso da Luca Sani, deputato del Pd, che ha bollato la mappa come «una prima selezione di zone. Sicuramente una seconda e approfondita cernita escluderà luoghi ad altissimo pregio naturalistico come la Val d’Orcia e la Maremma. La scelta comunque non sarà calata dall’alto». Concetti espressi anche da Legambiente Toscana: «I nostri siti non sono certo in pole position». Neppure il premio in palio è così allettante.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news