LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bologna. Biblioteca Eco, in arrivo il sì della Corte dei Conti
ma. ma.
Corriere di Bologna 10/1/2021

Pare ormai cosa fatta. La biblioteca «moderna» di Umberto Eco starebbe per prendere la strada di Bologna, con i suoi circa 35mila volumi, gli appunti, le note di mano del semiologo, ossia il suo archivio. Mancherebbe poco al momento in cui la cessione dalla famiglia all’Alma Mater sarà conclusa. Il condizionale è ancora d’obbligo perché manca un ultimo passaggio alla Corte dei Conti. Ma dal Mibact, sono ottimisti «In un mesetto la questione dovrebbe essere chiusa e si potrebbero allora studiare i modi del trasferimento di quel patrimonio librario verso l’Università di Bologna».

Eco insegnò all’Alma Mater fin dalla fondazione del Dams, 50 anni fa. Si staccò poi dall’alveo originario per fondare Scienze della comunicazione prima e poi nel 2000 la Scuola superiore di studi umanistici, a lui intitolata dopo la sua morte nel 2016 (era nato nel 1932). La sua carriera accademica, proiettata su un palcoscenico internazionale, ha avuto come centro gravitazionale l’Università di Bologna, e perciò famiglia e Alma Mater hanno pensato alla creazione di questo centro di studi a lui dedicato. Dovrebbe essere costituito presso la Biblioteca universitaria, in nuovi locali con entrata da piazza Puntoni, su un progetto dell’architetto Luca Pedrazzi, presentato l’anno scorso. Il luogo dovrebbe essere non solo un centro di conservazione, ma un punto di propulsione per far vivere l’eredità dello studioso. La raccolta dovrebbe essere resa fruibile al pubblico, digitalizzata e costituire il punto di partenza di nuove esplorazioni conoscitive, anche virtuali.

La trattativa tra Mibact, famiglia, università è stata lunga e non priva di inciampi, come un iniziale vincolo di indivisibilità posto dalla Sovrintendenza archivistica e libraria. Col nuovo governo la soluzione si è avviata, con l’idea di trasferire la parte moderna della biblioteca a Bologna e il ricco patrimonio antico alla Braidense di Milano. Arriveranno i libri sotto le Due Torri entro quest’anno, per festeggiare i 50 anni del Dams? La famiglia mantiene l’ammirevole riserbo che la ha accompagnata in questi anni, caratterizzati a volte da dichiarazioni scomposte di politici in vena di attribuirsi meriti. «Non so», risponde l’assessore alla cultura del Comune Matteo Lepore. «I tempi, finché non sono compiuti tutti i passaggi, non sono definibili. Una volta firmate le carte, l’università dovrà fare una gara per l’attuazione del progetto, poi andranno eseguiti i lavori, quindi inscatolati, traferiti, sistemati, catalogati i libri. Noi parteciperemo economicamente all’impresa». Dall’Università confermano: senza un atto formale, nessun lavoro può partire. E 35mila volumi più l’archivio non si sistemano da un giorno all’altro.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news