LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Il no del Consiglio alla cancellata scatena la rivolta di Santo Spirito
Antonio Passanese
Corriere Fiorentino - 13/1/2021

Il no del Consiglio comunale alla cancellata per il sagrato di Santo Spirito (la mozione è stata portata in aula dal capogruppo della Lega Federico Bussolin) ha di nuovo scaldato gli animi dei residenti dell’Oltrarno che ora si dicono pronti a nuove azioni, «anche eclatanti», per salvare lo spazio antistante la basilica del Brunelleschi da degrado e mala movida .

E visto che il Salone de’ Dugento lunedì — con i voti del Pd, dei grillini e della Sinistra — ha rigettato anche la proposta di un concorso di idee lanciata nell’incontro con i comitati del quartiere dal sindaco Dario Nardella, sono in tanti a chiedersi «se Palazzo Vecchio abbia soluzioni diverse. Quello che non vogliamo — afferma l’associazione che riunisce più di un centinaio di fiorentini — è rivedere le immagini della scorsa estate», con gente senza mascherina e senza distanziamento, con spaccio e consumo di droga, con balli e canti fino all’alba, con scazzottate e giovani ubriachi che urinano in ogni angolo. «Pensare di risolvere il problema con il contingentamento della piazza è da folli — si arrabbia una residente, Elena — Sembra che al Comune non interessi affrontare la questione. Se avessero organizzato un referendum il rione avrebbe detto sì alla cancellata. Il voto di lunedì dimostra lo scollamento che c’è tra il Consiglio comunale e la città». Alcuni residenti, che non vogliono darsi per vinti, stanno ragionando su una petizione da far girare in tutto il centro storico per poi consegnarla nelle mani del sindaco: «Andiamo casa per casa, negozio per negozio e vediamo in quanti sono d’accordo con Pd, grillini e Sinistra», la proposta che circolava ieri nella chat del comitato. Ma quel no alla cancellata rappresenta un boccone indigesto soprattutto per la comunità agostiniana di Santo Spirito che da anni lancia Sos — rimasti fino a oggi inascoltati — alle istituzioni cittadine e che nei mesi scorsi aveva perfino interpellato un architetto e un artigiano per la progettazione e la realizzazione della recinzione: «Non vogliamo immaginare cosa accadrà quando verranno allentate le misure anti contagio — affermano dalla comunità — Torneremo a fare i conti con migliaia di ragazzi ubriachi che si ritrovano sul sagrato per fare ciò che vogliono e che potrebbero essere fonte di trasmissione del virus. Con quel no si fanno gli interessi degli anarchici, dei pusher e del popolo della movida. Noi andremo avanti fino a quando dal Comune non avremo una soluzione. Ma questa volta pretenderemo che sia scritta e ufficiale perché siamo stanchi di parole e promesse che puntualmente vengono disattese».

Già nelle prossime settimane il coordinamento che raggruppa anche alcuni comitati dell’area Unesco tornerà alla carica con Nardella a cui chiederà di organizzare, prima dell’arrivo della bella stagione, un secondo incontro con il questore, il prefetto, la polizia municipale e i carabinieri per capire se, «quando verranno tolte le restrizioni», si ripartirà con i varchi e il numero chiuso di piazza Santo Spirito, «che — ammettono i residenti — ha ben funzionato», riuscendo, per un paio di mesi, grazie ai controlli e ai contapersone, a ridare tranquillità soprattutto a coloro che vivono tra via dei Coverelli, via del Presto di San Martino, piazza Santo Spirito e Borgo Tegolaio.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news