LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Manca il personale, e la Biblioteca Statale di Lucca rischia la chiusura permanente
Finestre sull'arte 19/1/2021

La Biblioteca Statale di Lucca rischia di chiudere a tempo indeterminato, dal 1° aprile 2021, causa mancanza di personale. È quanto denunciano tante associazioni locali e nazionali attive nel campo della tutela. Non si tratta di un problema recente: alla Statale di Lucca, dove si conservano opere di importanza capitale (come il corpus epistolare di Giacomo Puccini, l’edizione lucchese dell’Encyclopédie di Diderot e d’Alembert, o ancora il Liber divinorum operum di Ildegarda di Bingen, un codice miniato del XIII secolo), i servizi erano stati tagliati da tempo, almeno da settembre 2019, quando il personale, a causa di pensionamenti e mancati turnover, si era ridotto della metà rispetto alla normale pianta dell’organico (12 unità contro le 20-22 previste). E a marzo 2020 si è arrivati addirittura ad avere solo 9 unità di personale.

Da allora, denuncia la sezione toscana dell’associazione Mi Riconosci, niente è successo per sistemare la situazione o, quanto meno, per alleggerire il peso di un problema sempre meno sostenibile: anzi, le cose vanno peggiorando, perché se il Ministero dei Beni Culturali (da cui la Biblioteca dipende) non fa qualcosa, ad aprile rimarranno in organico solo tre persone, inclusa la direttrice Monica Maria Angeli. E con sole tre persone, la chiusura è inevitabile.

L’episodio, denunciano le associazioni, assume contorni ancora più paradossali dopo le dichiarazioni del sindaco Alessandro Tambellini, che ha ammesso di non aver ricevuto alcuna comunicazione in merito dal Ministero, ma di aver invece appreso la notizia dai quotidiani. Immediata è stata la reazione del gruppo consigliare di SìAmoLucca e della comunità, mentre una petizione è già online sul sito dell’associazione “Amici del Machiavelli” e ha già raccolto oltre 5.000 firme: è rivolta al MiBACT, ai responsabili delle istituzioni locali e ai parlamentari del territorio per chiedere che il ministero intervenga assegnando unità di personale affinché venga scongiurata la chiusura.

“Il caso di Lucca”, spiega Vincenzo Sorrentino, storico dell’arte e portavoce dell’associazione Mi Riconosci, “purtroppo è l’ultimo di un triste elenco di luoghi culturali che, già in drammatico affanno prima della pandemia, dopo il lockdown si sono ritrovati in una situazione analoga per le stesse ragioni. Ma l’annoso problema non riguarda solo biblioteche locali, bensì istituti di rilievo nazionale come la Biblioteca Centrale di Firenze e la Braidense di Milano, oltre che tantissimi archivi e piccoli musei. Il rischio, in questi casi, è che invece di affrontare alla radice il problema endemico del personale si ricorra a palliativi, ancora più dannosi sul lungo termine, come l’esternalizzazione dei servizi o l’impiego improprio di volontari, come nel caso del Museo Guadagnucci di Massa, di cui abbiamo già trattato nei mesi scorsi”.

Le attiviste e gli attivisti chiedono al Governo misure urgenti che sventino la chiusura, la quale arrecherebbe un danno incommensurabile alla città, privandola di un luogo non solo di studio e ricerca, ma anche d’incontro, di cura della memoria e della storia locale, di conservazione del ricco patrimonio di opere che vi si raccolgono. Si chiede altresì al ministero e all’amministrazione locale di evitare soluzioni tappabuchi che facciano uso di lavoro gratuito: la Biblioteca Statale, l’utenza e Lucca meritano infatti attenzione e rispetto.

Il sindaco Tambellini, da parte sua, ha assicurato che s’impegnerà per fare in modo che il MiBACT garantisca una soluzione. “Leggo con preoccupazione”, ha dichiarato, “che questo nostro istituto primario di cultura, custodia, conservazione e divulgazione di opere librarie e documenti straordinari dall’1 aprile chiuderà per mancanza del personale. Assieme all’assessore alla cultura Stefano Ragghianti all’assessora alla continuità della memoria storica Ilaria Vietina, agli altri amministratori e parlamentari lucchesi mi rivolgerò al Mibact perché la chiusura venga evitata: le biblioteche sono il presidio culturale più importante, lasciarle chiuse significa smobilitare una parte fondante della nostra repubblica sul territorio”.

https://www.finestresullarte.info/attualita/biblioteca-statale-di-lucca-rischia-chiusura-permanente-mancanza-personale


news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news