LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Verde e storia, un progetto per il parco delle Mura
Maria Rosaria Spadaccino
Corriere della Sera - Roma 22/1/2021

Un monumento su strada unico al mondo. Da ammirare e vivere. Ecco cosa potrebbero diventare le Mura Aureliane, 13 chilometri che circondano il centro storico. È il progetto del parco integrato delle Mura Storiche, pensato dal laboratorio permanente per Roma di Aspesi (associazione nazionale tra società di promozione e sviluppo immobiliare). L’idea di architetti, urbanisti e costruttori è quella di riqualificare la cinta muraria antica e le aree di pertinenza - una sorta di parco lineare che valorizzi archeologia e aree verdi - ricostruendo la percorribilità dell’anello e ripristinando la continuità del percorso con l’eliminazione delle interruzioni tramite la realizzazione di nuove piazze, percorsi pedonali e ciclabili.

Il progetto coinvolge 8 Municipi, costo previsto 95 milioni. «Le Mura - spiega l’architetto Gennaro Farina di Aspesi Roma - potrebbero diventare un nuovo punto di attrazione per la città: potrebbero essere visitate all’interno e percorse sui camminamenti». Nel progetto ci sono anche le Mura Vaticane, 8,2 chilometri realizzati da Paolo III e Urbano VIII: «Riuscire a intervenire in futuro anche intorno a San Pietro sarebbe il completamento perfetto del nostro sogno. Qui il costo stimato è di 61,5 milioni».

I lavori lungo le Mura Aureliane sono stati pensati per tratti, il primo è quello che collega piazzale Flaminio a Porta Pia, all’interno della quale gli architetti vorrebbero realizzare il museo del sito Unesco. «Gli interventi ipotizzati per questo pezzo - chiarisce Farina - sono molteplici: per esempio vorremmo riqualificare piazza Fiume, che ora è priva di interesse. Vorremmo riqualificare anche il Museo dei Bersaglieri a Porta Pia, liberare l’area dalle auto realizzando un parcheggio sotterraneo». Il secondo tratto, da Porta Pia a Castro Pretorio e Anfiteatro Castrense, continua l’architetto, è «un percorso che costeggia e include il comprensorio militare di via Marsala, la riqualificazione del tratto murario e delle aree verdi di San Lorenzo e del nodo di Porta Maggiore, il recupero dell’area di Santa Croce in Gerusalemme e degli spazi tra i musei prospicienti la basilica».

Il terzo tratto prosegue fino a porta Metronia e Porta Latina, dove di recente c’è stato un intervento di riqualificazione da parte del Comune che ha migliorato la vivibilità. «Infatti quel tratto tra le due porte - sottolinea Farina - dimostra come potrebbero essere tutte le Mura e le loro pertinenze. Per esempio potremo riattivare i camminamenti di ronda, ovvero i corridoi che percorrevano i soldati che vigilavano su Roma». Il progetto continua fino a Porta Ardeatina, piazzale Ostiense, piazza Albania, poi da Porta Portese sale fino al Gianicolo, raggiunge Castel Sant’Angelo, tocca tutte le aree verdi e monumentali attigue alla cinta muraria e si ferma, perché iniziano le Mura Vaticane. Ovvero la seconda puntata del progetto che potrebbe diventare, nel suo insieme, « il parco lineare integrato delle Mura di Roma».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news