LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BRESCIA Sant’Orsola, idea da smontare «Non ripetiamo certi errori»
24 gennaio 2021


Il soprintendente sul progetto per l’ex ospedale: «Non è sostenibile»
Sant'Orsola, idea da smontare «Non ripetiamo certi errori»


Un paragrafo dopo l’altro, tutta l’impalcatura è stata demolita: il progetto è «inopportuno» (uno), «non trova alcun riferimento nello sviluppo storico dell’area» (due) e ignora le regole base del decoro urbano (tre). Come scritto dal Corriere, la Soprintendenza ha dato un parere negativo al piano extralarge per l’ex ospedale Sant’Orsola, in via Vittorio Emanuele. L’idea è di convertire l’edificio — di proprietà dell’ordine ospedaliero San Giovanni di Dio — al residenziale: il progetto prevede appartamenti, spazi di co-working e senior living per un totale di 7 mila metri quadri. Il soprintendente Luca Rinaldi spiega le ragioni del gran rifiuto, protocollato in una Pec inviata alla Loggia.
Soprintendente, perché avete bocciato il progetto?
«Non è stato bocciato. Secondo una prassi virtuosa c’è condivisione di pareri con il Comune su interventi di un certo rilievo urbanistico, a prescindere dal vincolo. Ma qui il vincolo c’era. Se non l’avessero ignorato ci sarebbe stato un confronto già da mesi».
Cosa prevede il vincolo nello specifico?
«Tra il 1965 e il 1967 la Soprintendenza, scottata dall’esperienza del vergognoso sventramento dell’ex Ospedale su viale Gramsci del decennio precedente, appose il vincolo su metà dell’isolato del Fatebenefratelli, in vista della costruzione dell’Ospedale, come rispetto dell’adiacente Convento della Visitazione delle ancelle, che servì a controllare comunque tutta l’edificazione del nuovo Ospedale. I progetti sono ancora nel nostro archivio».
Cosa vuole la Soprintendenza per l’ex ospedale?
«Personalmente ritengo che la volumetria complessiva dell’isolato sia satura, avendo in passato concesso per una funzione pubblica molte deroghe. Ora che l’ospedale non c’è più, non ritengo sia sostenibile soprattutto in centro storico trasporre questa cubatura su uffici o residenza, sia pure in parte assistita. Poi c’è un problema di linguaggio architettonico».
Un problema argomentato in modo esplicito nella Pec inviata alla Loggia, in cui si sottolinea la mancanza di equilibrio del nuovo fabbricato con il contesto e si suggerisce un ripasso del Codice dei beni culturali...
«Negli anni Sessanta giustamente la Soprintendenza impose una ricucitura del tessuto storico, con prospetti tradizionali con tetti a falde. Il fronte su via Moretto si trovava d’altronde incastrato tra le chiese barocche di Santa Croce e Sant’Orsola. Non ripetiamo dunque gli errori del passato, come di recente si è sciaguratamente fatto ad esempio con l’edificio di ingresso a corsetto Sant’Agata, completamente estraniato dal contesto e irrispettoso della bella chiesa gotica che ha di fronte….».
Per l’architetto Luciano Lussignoli, il caso Sant’Orsola dovrebbe ispirare un dibattito pubblico «sul futuro della nostra città e sulle regole per la sua trasformazione». I
l suo auspicio, espresso su queste pagine, è condivisibile fino all’ultima virgola: il confronto tra studiosi, tecnici, operatori, uomini delle istituzioni e cittadini è sacrosanto.

https://brescia.corriere.it/notizie/cronaca/21_gennaio_24/sant-orsola-idea-smontare-non-ripetiamo-certi-errori-abb8a69a-5e32-11eb-9d4d-6cce1a220c09.shtml


news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news