LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Stadio, il fronte Giani-Nardella-Fossi per far uscire allo scoperto Commisso
Marzio Fatucchi
Corriere Fiorentino - 24/1/2021

Una difesa alla Nereo Rocco per ripartire con il restyling del Franchi: d’altra parte, lo stile è coevo. Questo è il patto tra i sindaci di Firenze e Campi, Dario Nardella e Emiliano Fossi, col presidente Eugenio Giani. Difesa stretta e palla nell’altra parte del campo: se la Fiorentina vuole andare a Campi faccia il suo gioco, presenti un progetto, è il messaggio che arriva dopo l’incontro dei tre, ieri, a Palazzo Vecchio.

«Speriamo vinca». Quando a Giani, Fossi e Nardella si domanda cosa «a che punto siamo» nella collocazione del possibile nuovo stadio della Fiorentina, il primo tentativo è cambiare discorso. Ma non si può non affrontare il nodo dello scontro tra i sindaci di Firenze e Campi, anche se entrambi giurano che «non c’è nessuno scontro».

La difesa a tre, con Giani mediano metodista, si era autoconvocato a Palazzo Vecchio per affrontare i temi della Piana, in cui Campi diventa «baricentrica», ci sarà un «Piano strategico di sviluppo per la città di Campi Bisenzio nel contesto dell’area Firenze-Prato» dice Giani. Ma alla fine sempre dallo stadio si passa: farlo nel capoluogo o a Campi cambia le geometrie tra Firenze e l’hinterland. Il risultato è che pure Fossi (che ha incontrato Rocco Commisso venerdì scorso) giura che «il restyling del Franchi è la priorità. Come ho sempre detto». Oddio, proprio così forse no, visto che Fossi e Nardella si becchettano da un dibattito al congresso del Psi nel settembre 2019. Ma dopo la pioggia di finanziamenti e aperture sui progetti di Campi (compreso un restyling, ma dei Gigli, con 15 mila metri quadri in più di commerciale) i toni possono cambiare. «Noi col restyling del Franchi andiamo avanti comunque — aggiunge Nardella — Se la Fiorentina riterrà di presentare un progetto su Campi ai sensi della legge Lotti-Nardella siamo pronti congiuntamente anche a accoglierla». E quell’avverbio spiega tutto. Insieme, insomma: se qualcuno prova a dividerla, la «difesa» si ricompatta, anche se gli obiettivi sono stati finora oggettivamente diversi. E poi: «La Fiorentina decida».

Capendo che una corsa al rialzo (in passato già partita) tra le due opzioni avrebbe colpito entrambi, i due sindaci, sotto l’ala del presidente toscano, creano un accordo pubblico. Firenze prosegue sul restyling. Campi sui progetti che la faranno «baricentrica». Toccherà alla Fiorentina decidere cosa fare. Perché, d’altra parte, a Campi è arrivata solo una manifestazione di interesse sull’utilizzo dei terreni opzionati da Commisso, nient’altro. Non un progetto su cui verificare per esempio la compatibilità con la futura pista parallela (tema carissimo a Giani) e le esigenze di infrastrutture di mobilità. L’unico atto ufficiale, completo, è il bando di gara per la Mercafir, a cui la Fiorentina non ha partecipato giudicandolo troppo costoso e non adatto. Anche la lettera inviata dalla società viola al ministero dei Beni culturali per capire i margini di applicazione della nuova legge sugli stadi vincolati prevedeva una clausola «senza impegno». È quello che ora si chiede per preparare il concorso internazionale sul Franchi (senza Fiorentina, si dovranno prevedere altri utilizzi) o per l’atterraggio dello stadio a Campi.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news