LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Montelupo (Firenze). Schmidt punta alla volata sull’Ambrogiana
Viola Centi
Corriere Fiorentino - 29/1/2021

«Io sono sempre molto ottimista: quando ho preso in mano il progetto del Corridoio Vasariano nel 2016, progetto che risale alla metà degli anni ’60, parlavano in termini di decenni, e invece si può realizzare in pochi anni, infatti abbiamo già iniziato a lavorare sui progetti e a cercare i finanziamenti». Parola di Eike Schmidt. Il direttore degli Uffizi ieri ha partecipato a un altro sopralluogo alla Villa dell’Ambrogiana di Montelupo, con tutti i sindaci dell’empolese-valdelsa, e il Presidente della Regione, Eugenio Giani. Un sopralluogo che ha sigillato quello che Giani ha ribattezzato il «Patto per l’Ambrogiana» per gli Uffizi 2, il progetto di Schmidt che prevede di esporre opere custodite nei magazzini del Museo fiorentino in diversi altri luoghi della Toscana. Giani ha rimarcato la «vocazione naturale della Villa alla bellezza», parlando inizialmente di anni e tempi che «potrebbero essere lunghi» a causa dei lavori da effettuare sulla Villa.

Ma Schmidt corre, ed espone il criterio che sta già guidando la scelta delle opere: per l’Ambrogiana, si parla di centinaia di opere che «torneranno a casa, che erano qui allestite nel ‘600 fino al primo ‘700, delle epoche di Ferdinando I e Cosimo III. Ogni luogo racconterà la sua storia, e si congiungerà con altre. Architettura, scultura e pittura, si uniscono e si rafforzano a vicenda» spiega Schmidt. Per la Villa di Careggi, si prevede già «l’apertura della limonaia e del giardino a fine 2022, mentre il resto nel 2024», dice Giani, e ospiterà opere del ‘400 e di Carlo de Medici» spiega il direttore degli Uffizi. Per Schmidt le due ville corrono su binari paralleli: «Da queste due grandi rinascite, l’Ambrogiana e Careggi, c’è l’inizio, ma tutto il territorio toscano parteciperà». Anche sugli altri luoghi il disegno sembra definirsi: «L’idea non è nostra, è di Cosimo I e di Anna Maria Luisa de Medici, del primo Granduca mediceo e dell’ultima dei Medici, è la vocazione, ed è irresponsabile avere migliaia di opere d’arte nei depositi che nessuno può mai vedere, mentre qui ci sono i luoghi anche originali». Per le Terme del Corallo di Livorno si parla di opere liberty che sono nei magazzini di Palazzo Pitti, per Pescia di opere anche già restaurate e cresce anche il progetto su Montecatini, dove si è inserito l’ex Hotel Excelsior, così come Palazzo Grifoni a San Miniato per il quale la Cassa di Risparmio si sarebbe offerta di finanziare il progetto. Ma ieri la visita di Schmidt ha riguardato non solo la villa: la delegazione si è avventurata anche nei padiglioni che per 140 anni hanno ospitato gli internati, tra sbarre e guano di piccioni.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news