LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pantelleria, è polemica sugli interventi nel parco nazionale: “Uno scempio. Questa non è tutela”
Marta Occhipinti
La Repubblica - Palermo 1/2/2021

Livellamenti, ripuliture della strada e copertura di un massicciato in pietra lavica risalente agli anni Trenta, con interventi sul banco roccioso e sulle pietre per asportare terra. Stavolta, i consueti interventi per la viabilità forestale del Parco nazionale di Pantelleria in zona Randazzo, al passo del Khàlkhi verso il cratere del Gibele, fanno scoppiare una polemica social da parte di trekker, isolani e naturalisti. “Parco innaturale”, scrive in un articolo sul giornale locale “Pantelleria Internet”, Giuseppe D’Aietti, guida naturalistica dell’isola e capofila della polemica divampata sulla sua pagina Facebook. Il tratto contestato è una storica strada forestale di circa 2 chilometri che separa la Montagna Grande dal monte Gibele. Lì, le ruspe dei tecnici del Parco, in collaborazione con il Comune, si legge in una nota divulgata dopo le prime segnalazioni, hanno ripristinato “il piano viario, talvolta pietroso-detritico e disconnesso, riprofilato e livellato ricoprendolo prevalentemente con terra reperita dagli accumuli di terriccio e materiale solido nei punti di sella del percorso stradale o dalle cunette”. L’aspetto visivo è certo d’impatto. “Siamo intervenuti dopo 20 anni in quella zona e per motivi di sicurezza – dice Salvatore Gabriele, presidente del Parco nazionale di Pantelleria – se la viabilità non fosse stata ripristinata prima dell’estate, avremmo avuto seri problemi per intervenire sugli incendi. Non c’è nessun albero buttato per terra, ma abbiamo ripristinato il percorso originario. Questo volere disquisire su tutto non giova a nessuno. I problemi vanno risolti”. A finire sotto accusa sono i “violenti segnali di ruspe e passaggi di mezzi meccanici senza il rispetto della vegetazione locale”, tra cui le orchidee. “Non sindaco sulla necessità di intervenire per rischi idrogeologici e sicurezza contro gli incendi – dice D’Aietti – ma questi lavori sono stati eseguiti senza alcun criterio e con un risultato tecnico pessimo. È una vergogna nazionale e un parco innaturale – continua – in quel tratto, che percorro sempre, non c’era alcun problema di viabilità. Perché farlo e poi, così, con interventi eccessivi? Hanno violentato persino i margini del bosco e sottratto terreno davanti a una cisterna punica e un dammuso trogloditico”. D’Aietti ha scritto una mail al presidente della Regione Nello Musumeci: “Non mi fermo nella mia battaglia”. Intanto i consulenti del parco rassicurano: “L’impatto visivo è certo pesante, ma nessun allarme, la ripresa vegetativa farà il suo dovere”.

https://palermo.repubblica.it/cronaca/2021/02/01/foto/pantelleria_e_polemica_sugli_interventi_nel_parco_nazionale_uno_scempio_questa_non_e_tutela_-285418429/1/


news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news