LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA - Giganti di Mont’e Prama via da Cabras. No degli amministratori indipendentisti
6 Febbraio 2021 SARDINIA POST




La Corona de Logu, assemblea degli amministratori locali indipendentisti, è intervenuta per evidenziare la propria contrarietà sulla questione dei Giganti di Mont’e Prama e del loro trasferimento a Cagliari. Le statue sono state portate a Cagliari per essere restaurate come è stato comunicato dalla Soprintendenza di Cagliari e Oristano al Comune di Cabras. Gli esponenti della Corona de Logu si chiedono se torneranno nel centro dell’Oristanese quando il restauro sarà terminato. Per ora “Non c’è nessuna garanzia di restituzione – scrive in un comunicato il presidente, Maurizio Onnis – poco importa se l’amministrazione ha proposto il restauro in loco, facendosi carico delle spese di allestimento di un laboratorio nel Museo Civico, rendendolo fruibile alle migliaia di visitatori che ogni anno fanno visita alle statue”.


Inoltre, nel 2017 è stato firmato un accordo, tutt’ora vigente, che ha messo nero su bianco il principio di condivisione, coprogettazione e collaborazione tra Ministero, Regione e Comune di Cabras. “Ancora una volta – lamentano gli indipendentisti – vengono imposti alle amministrazioni locali progetti di smembramento e di allontanamento dal territorio del patrimonio archeologico, in favore di una visione che ha Cagliari come unico punto centrale di promozione e valorizzazione. La vicenda è però simbolo di una tendenza molto più generale e radicata: mortificare non solo l’archeologia, ma con essa la storia, la cultura e l’identità dei sardi. Perfino l’economia, perché se è vero che il raggruppamento dei Giganti a Cagliari porterebbe più visitatori all’Archeologico della città, è ancor più vero che la rivalutazione dei beni archeologici, diffusi capillarmente nell’isola, servirebbe oltremodo alla lotta contro lo spopolamento del territorio”.

Ancora “si insiste così nell’emanazione di provvedimenti autoritari, che non lasciano spazio alla volontà delle comunità locali. E tutto in applicazione di norme e gerarchie che danno alla Soprintendenza il potere, sostanzialmente, di vita e di morte sui beni archeologici, paesaggistici, monumentali dell’isola. Il compito ideologico della Sovrintendenza è chiaro e pacifico: difendere e promuovere l’italianità dei tesori d’arte disseminati entro i confini dello Stato. In questo esse svolgono, anche, un ruolo prettamente politico. La Corona de Logu chiede una completa ridefinizione dei poteri e dei compiti delle Soprintendenze. Devono diventare organi al servizio della Sardegna, infrastrutture di gestione e promozione innovative del nostro patrimonio. Questo devono essere. E finché non lo saranno avranno poco a che fare con i reali interessi dei sardi. La Corona de Logu esprime solidarietà e vicinanza a tutta l’amministrazione comunale cabrarese e sposerà ogni tipo di iniziativa necessaria a fermare l’ennesimo attacco allo sviluppo culturale, storico e scientifico della Sardegna. I Giganti non devono abbandonare Cabras. Quelli a Cagliari devono tornare in laguna. Tutti siamo Mont’e Prama”.

https://www.sardiniapost.it/cronaca/giganti-di-monte-prama-via-da-cabras-no-degli-amministratori-indipendentisti/


news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news