LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FRIULI - Affiorano reperti del 1500, Cividale riscrive il suo passato
LUCIA AVIANI
02 FEBBRAIO 2021 IL MESSAGGERO VENETO





CIVIDALE. Il palazzo di via Ristori già sede della Coopca, e da mesi in fase di ristrutturazione, si imposta su un edificio attribuibile al XIV-XV secolo, sorto sulle vestigia di modeste realtà abitative risalenti al V-VI secolo e a loro volta costruite su contesti di età tardoantica, rielaborazione e adattamento di fabbricati d’epoca romana.

È la “matrioska architettonica” rivelata dagli scavi archeologici condotti nell’immobile, preliminarmente alle opere di ricostruzione, dalla ditta Archeotest Srl, sotto la direzione scientifica del funzionario archeologo Angela Borzacconi, per conto della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia, che ha sostenuto l’onere dell’intervento in sinergia con la committenza.


Nel livello più alto della ricchissima stratigrafia sono emerse le tracce di un edificio (XIV-XV secolo appunto) dotato di numerosi vani interrati, utilizzati come discariche fino al Cinquecento inoltrato, come attesta il rinvenimento di vasellame da tavola e da cucina.

Si tratta di profonde fosse di scarico che già in antico avevano intaccato i resti delle frequentazioni più remote, in particolare di una fase sepolcrale altomedievale (VI-VII secolo avanzato).

L’articolata successione stratigrafica, indagata a fondo, arricchisce dunque di nuovi elementi la conoscenza della Cividale del passato: l’individuazione della sequenza di vita nell’abitato, sottolinea infatti la Soprintendenza, «è la migliore modalità di valorizzazione nei casi in cui la complessità delle sovrapposizioni archeologiche sia tale da non prestarsi efficacemente a una lettura immediata e da non permettere un’adeguata musealizzazione delle strutture rinvenute».

In centri dalla storia lunga come quella della cittadina ducale, insomma, queste finestre archeologiche permettono di ricostruire le fasi degli insediamenti nei vari spazi e le trasformazioni dell’abitato nel corso dei secoli: «La città di impianto cesariano, nata sullo snodo di vie commerciali – ricorda la Soprintendenza –, conobbe un significativo potenziamento in età tardoantica, diventando un imprescindibile caposaldo difensivo, tanto da essere scelta come sede del primo dei trentacinque ducati del Regno Longobardo in Italia. Mantenne la sua importanza anche nelle epoche successive, assurgendo a centro del potere patriarcale».

https://messaggeroveneto.gelocal.it/tempo-libero/2021/02/02/news/affiorano-reperti-del-1500-cividale-riscrive-il-suo-passato-1.39851228


news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news