LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sardegna, sindaco chiude il museo per evitare che la Soprintendenza porti via le statue
di Manlio Lilli
10 FEBBRAIO 2021 IL FATTO QUOTIDIANO



Divieto d'accesso per otto giorni alle sale espositive del Museo civico di Cabras (Oristano), dove sono custodite "I Giganti di Mont'e Prama", statue in arenaria datate tra la fine del IX e l'inizio dell'VIII secolo a. C. Il sindaco teme infatti che il loro trasferimento nei laboratori di restauro a Cagliari possa essere definitivo e non temporaneo. Timori emersi dopo la nota della Soprintendenza del 5 Febbraio


“A seguito del clima di forte tensione che si è creata attorno al trasferimento delle sculture di Mont’e Prama dal Museo di Cabras e tenuto conto dell’avvio delle operazioni preliminari al trasferimento nella giornata di mercoledì 10 febbraio, il Sindaco di Cabras ha ritenuto necessario firmare un’ordinanza di chiusura delle sale espositive del Museo civico Giovanni Marongiu, con divieto di accesso a chiunque per otto giorni”. Il comunicato stampa con il quale il comune in provincia di Oristano informava il 9 febbraio dell’ordinanza del sindaco Andrea Abis era inequivocabile. Non lasciava spazio ad interpretazioni. L’amministrazione comunale iniziava ufficialmente la battaglia contro la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Cagliari e le province di Oristano e Sud Sardegna.

Il motivo della contesa? Oltre a due modellini di nuraghe, due delle statue colossali in arenaria rappresentanti pugilatori, arcieri e guerrieri, datate tra la fine del IX e l’inizio dell’VIII secolo a. C. rinvenute a partire dal 1974. In un primo momento per pure caso, poi attraverso diversi interventi di scavo e di recupero condotti dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici di Cagliari e Oristano e dall’Università degli Studi di Cagliari, a circa due chilometri dallo stagno di Cabras, lungo la strada che da San Salvatore conduce a Riola Sardo. Statue che sono tra le più antiche testimonianze scultore del bacino del Mediterraneo e dunque costituiscono una scoperta importantissima. Che ha acceso i riflettori sul Comune del Campidano. Sul locale Museo civico nel quale sono esposte dal 1974 una parte delle statue scoperte, in gran parte visibili al Museo Archeologico Nazionale di Cagliari.


Per questo motivo al sindaco l’idea della Soprintendenza di portare nei laboratori di restauro di Cagliari le due statue non piace. Teme che non si tratti di una operazione a termine ma definitiva. Insomma che le due statue non torneranno più a Cabras, come sembrerebbe indicare, secondo Abis, la nota della Soprintendenza del 5 Febbraio. Per questo ha emesso l’ordinanza. Così quando la Soprintendente Maura Picciau, accompagnata da alcuni tecnici, è arrivata di fronte al Museo per prelevare le statue, ha trovato l’ingresso chiuso. Con le forze dell’ordine accorse per presidiare l’area, ma senza il sindaco Abis che comunque appare sempre più deciso. Al punto da tentare anche la via della mediazione, proponendo di mettere a disposizione un laboratorio per il restauro a proprie spese. “I Giganti devono restare a Cabras, anche durante il restauro, che può anch’esso diventare, reso pubblico nelle sue varie fasi di attuazione, un’attrazione per i visitatori che si recheranno nei prossimi mesi a visitare il sito e il Museo”.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/02/10/sardegna-a-cabras-il-sindaco-chiude-il-museo-per-evitare-che-la-soprintendenza-porti-via-le-statue/6096967/


news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news