LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Rutigliano, il vincolo all’area di Azetium ferma uno scempio di secoli
GIANNI CAPOTORTO
03 Febbraio 2021 LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO


Accelerata del Ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo (Mibact) per l'area archeologica


BARI - Accelerata del Ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo (Mibact) per il vincolo dell’area archeologica «Azetium». Nei giorni scorsi la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio (Sabap) per la Città metropolitana di Bari ha comunicato al sindaco Giuseppe Valenzano e ai 190 proprietari dei terreni agricoli di località «Torre Castiello», una contrada ubicata a circa tre chilometri a Nord-Est dal centro di Rutigliano, l’avvio del procedimento per sottoporre a vincolo i suoli interessati, «al fine di evitare che vengano danneggiate l’integrità e le condizioni di prospettiva, luce, ambiente e decoro dell’area archeologica».

Nello specifico, il vincolo prescrive che «non avvengano lavori, attività e funzioni incompatibili con la dignità delle aree sottoposte a tutela diretta e che esulino dall’ordinaria conduzione dei terreni, nelle caratteristiche attuali di coltivazioni, e dalle normali opere di attività agricola eventualmente necessarie, senza la preventiva approvazione della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la Città metropolitana di Bari».
Nella nota firmata dalla soprintendente Maria Piccareta, si evidenzia che, in ogni caso, qualsiasi intervento sull’area in questione «dovrà ottenere il preventivo parere della Sabap».
La decisione della Soprintendenza fa seguito alla dichiarazione dell’interesse culturale dell’area archeologica Azetium emanata tre anni fa dal Mibact, una iniziativa che si spera metta fine a decenni di scempi in una delle aree archeologiche più importanti della Puglia.

Secondo gli archeologi, infatti, Azetium rappresenterebbe un centro di eccezionale interesse storico-archeologico-topografico, non solo per gli importanti rinvenimenti già effettuati, ma soprattutto per la possibilità che offre, attraverso l’indagine sistematica, di conoscere nella sua interezza la fisionomia di un abitato antico, di coglierne i mutamenti e le evoluzioni attraverso le diverse fasi di popolamento, di stabilire precisi rapporti fra le emergenze archeologiche e quanto riferito dalle fonti antiche riguardo alla storia, all’economia e al sistema viario della Puglia romana.
Si tratta infatti di un insediamento abitato ininterrottamente dal Neolitico fino all’Alto Medioevo, chiuso da un imponente circuito murario lungo quasi quattro chilometri risalente al IV secolo avanti Cristo, per alcuni tratti ancora visibile.

https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/bari/1277273/rutigliano-il-vincolo-allarea-di-azetium-ferma-uno-scempio-di-secoli.html


news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news