LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

«Uffizi diffusi, anche 100 sedi. Al via entro 3 mesi»
Viola Centi
Corriere Fiorentino - 5/2/2021

Gli Uffizi diffusi diventeranno il più grande cantiere d’arte della Toscana. Eike Schmidt, direttore della Galleria degli Uffizi, ne ha parlato ieri alla Commissioni cultura della Regione Toscana, illustrando il progetto per prevede di portare (e riportare) sul territorio centinaia di opere oggi custodite nei depositi del Museo fiorentino. «Per gli Uffizi diffusi dovrebbero esserci almeno 60 sedi ma io ne vorrei anche 100 — ha detto il direttore — naturalmente non si potrà fare tutto in un anno, ci vorrà più tempo». Il cuore sarà «la villa medicea dell’Ambrogiana» dove saranno ricollocate opere d’arte del Seicento, ma per la quale i lavori di restauro si preannunciano molto costosi. Schmidt ha infatti chiesto «la collaborazione agli enti dello Stato per questo bene». Ancora non esiste una stima dei costi dell’intervento sulla Villa, così come per tutta l’operazione: «Renderemo note le stime nel momento e nelle modalità che concorderemo tra Comune, Città Metropolitana, Regione Toscana e Mibact — spiega Schmidt — I tempi? Lunghi sì ma non lunghissimi», comunque Schmidt spera «di annunciare ufficialmente la partenza del progetto Uffizi diffusi entro tre mesi». Ma in Commissione arriva anche la polemica: il sindaco di Rapolano Terme, Alessandro Starnini, ha presentato il progetto del nuovo polo museale nel complesso della Grancia, con le opere non esposte nella Pinacoteca nazionale di Siena, ostacolate però dalla Direzione regionale Musei e della stessa Pinacoteca. Starnini incassa l’appoggio di Schmidt: «Gli Uffizi hanno molti lavori di artisti senesi nei loro depositi: sarei felice di poter contribuire a progetti di valorizzazioni dei territori dove queste opere furono realizzate». Rapolano si aggiungerebbe quindi ai siti già individuati, ovvero le Terme del corallo a Livorno, il Castello dei Conti Guidi a Poppi, la Villa Medicea di Careggi e quella di Montelupo, il Museo di arte sacra di San Piero in Mercato a Montespertoli, il Centro visite del Parco nazionale di San Godenzo, il Museo della battaglia di Anghiari, il Museo delle terre nuove e Museo di casa Masaccio sostenuti da San Giovanni Valdarno insieme a Cavriglia e Cascia di Reggello, il Museo civico e la Cattedrale di Pescia. Ma sarebbero in corsa anche Castiglion Fiorentino e Monte San Savino, oltre a tanti altri comuni che stanno contattando le Gallerie degli Uffizi per poter partecipare.

«A oggi sono una trentina i Comuni interessati — ha spiegato il presidente della Regione, Eugenio Giani — ma il numero è destinato a salire. Il progetto costituirà un importante volano per qualificare i nostri territori».



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news