LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Musica e striscioni sul sagrato. I residenti: serve la cancellata
Mauro Bonciani
Corriere Fiorentino - 7/2/2021

Un’altra manifestazione notturna degli anarchici sul sagrato e ieri bivacchi per tutto il giorno visto che molti ragazzi si sono spostati in Oltrarno a causa delle limitazioni e dei controlli in Sant’Ambrogio. Questi i fatti delle ultime 48 ore che hanno provocato una nuova ondata di proteste dei residenti di Santo Spirito. Tutto è iniziato venerdì notte quando una trentina di anarchici ha manifestato sul sagrato della basilica, molto oltre dopo le 22, con musica ad alto volume. Motivo della protesta con tanto di striscione gli arrestati per i disordini del 30 ottobre in centro durante il corteo dei no Dpcm.

Il comitato dei residenti spiega di aver fatto più segnalazioni alle forze dell’ordine e postato sui social il video di quanto accaduto, video che girava ieri su Facebook. «La solita massa di persone che ogni sera si riversa sul sagrato — spiegano dal comitato — Hanno anche iniziato a inneggiare in difesa degli arrestati per i disordini della manifestazione del 30 ottobre, esponendo anche uno striscione, appeso al portone della basilica cartellone». Il comitato ha di nuovo sottolineato che gli schiamazzi sono andati avanti a lungo e ribadito la necessità di «avere la cancellata» intorno alla basilica anche se a metà gennaio il Consiglio comunale ha detto no a maggioranza alla proposta presentata dalla Lega. Cancellata di cui i residenti hanno presentato nei giorni scorsi un progetto che Palazzo Vecchio non ha preso in esame rilanciando l’apertura di un concorso di idee per la piazza e il sagrato.

«In attesa della cancellata, l’ordinanza anti-movida disposta per il quartiere di Sant’Ambrogio andrebbe estesa a Santo Spirito», concludono gli esponenti del comitato che chiedono a Palazzo Vecchio di prendere provvedimenti. E che anche ieri a fine pomeriggio hanno segnalato la presenza in piazza di diverse decine di giovani che bevevano dopo le 18, seduti sul sagrato e in piedi con le bottiglie e con qualche mascherina abbassata (va detto che complice la bella giornata e la Zona Gialla tutto il centro era molto affollato).

Su quanto accaduto Il sindaco Nardella ha commentato: «C’era un presidio dei vigili in piazza e anche delle forze dell’ordine che mi hanno riferito del fatto grave, che non ha nulla a che fare con la movida. Noi andiamo avanti, coi residenti abbiamo un buon rapporto, e siamo quasi pronti con il concorso di idee che lanciai dopo l’incontro con i residenti, il questore, il priore di Santo Spirito, padre Giuseppe. E con il concorso troveremo la migliore soluzione per tutelare il sagrato e valorizzare la piazza».

Ieri hanno preso posizione anche Lega e Fdi, con i consiglieri Alessandro Draghi e Federico Bussolin: «Anche stavolta nessuno ha impedito a questi gruppi di fare quello che volevano. Perché l’ordinanza emessa dal Comune che comporta il divieto di stazionamento è stata fatta solo per Sant’Ambrogio?».



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news