LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Il grande affresco di Vagnetti dall’ex Comunale al Maggio
Lorenzo Sarra
Corriere Fiorentino - 9/2/2021

La gru cala il grande affresco del pittore fiorentino Gianni Vagnetti, Paesaggio con natura morta e strumenti musical i (1937) in quella che sarà la sua nuova «casa» del Parco della Musica, dopo quasi 84 anni a decorare le mura dell’ex Teatro Comunale di Corso Italia. La preziosa opera, per il trasferimento, è stata posta su due supporti in vetro resina da 3,4 metri per 2,40 e da 3,4 metri per 7,20.

Una maxi operazione voluta fortemente da Palazzo Vecchio: «Portare l’opera del pittore Gianni Vagnetti al Maggio Musicale è un piacere — dice l’assessore alla cultura, Tommaso Sacchi — Si conferma che il nuovo polo è un luogo attrattore a 360 gradi: non solo per la musica, ma anche per l’aspetto artistico visivo». Una soddisfazione anche per l’architetto Francesco Bandini — accademico d’onore ed ex docente alla facoltà di architettura di Firenze — che dal 2012 si batte proprio per la tutela delle opere d’arte passate dal vecchio Teatro e ora custodite in parte nei magazzini del Comune: «Oltre ai mascheroni esterni di Mario Moschi –— raccontava settimane fa Bandini, riferendosi allo scultore già autore della fontana dei puttini in piazza Vasari — c’è all’interno della struttura un importante affresco di Gianni Vagnetti: questo silenzio sul suo destino, benché l’opera sia soggetta a vincolo, mi preoccupa...». La salvaguardia auspicata da Bandini — e dall’associazione culturale Gruppo Donatello, di cui è socio emerito — non si limita però alla pittura murale di Vagnetti. In una lunga lista, ecco difatti elencati bassorilievi, disegni per scene e costumi, progetti, bozzetti, modellini e scenografie che «raccontano» la storia del Maggio Musicale in Corso Italia. Tra gli autori delle opere: Pietro Annigoni, Antonio Bueno, Giovanni Colacicchi, Giorgio de Chirico, Bruno Innocenti, Renato Guttuso, Silvio Loffredo, Toti Scialoja e Mario Sironi. La speranza del Gruppo Donatello sarebbe quella di vedere realizzato all’interno dell’attuale Parco della Musica un museo permanente, con le opere tutt’ora giacenti in archivio.

«Non escludo questa possibilità — spiega Sacchi — ma lo valuteremo a tempo debito». Dalle Belle arti stesse sensazioni: sarebbe infatti allo studio un progetto di riallestimento dell’auditorium. Tra le iniziative, che potrebbero concretizzarsi a fine 2021, l’installazione dei calchi di Bruno Innocenti, che ornavano il boccascena dell’ex Teatro Comunale, e quella dei lampadari di Scarpa/Venini, presenti nel vecchio foyer. L’iter per permettere il trasporto dell’affresco di Vagnetti è stato complesso, come ricorda lo stesso assessorato alla cultura: «Nel 2018 il Servizio Belle Arti del Comune — dopo un approfondimento sulla fattibilità tecnica del distacco delle opere dalle murature, tra cui il fondamentale contributo scientifico dell’Opificio delle Pietre Dure — richiedeva il nulla osta alla Soprintendenza competente».

Finita qui? Macché. Prima un iniziale diniego, poi — a fronte di un ulteriore studio del Ministero per i beni culturali — la definitiva autorizzazione. E siamo già al febbraio 2020: «Nel frattempo, era stato studiato per l’affresco la nuova collocazione: il loggiato di ingresso all’auditorium, mentre per i tre mascheroni di Moschi si è pensato al foyer alto della sala sinfonica». Le opere di restauro e distacco dell’affresco si sono concluse nell’agosto 2020 e a novembre quelle di asportazione dei tre mascheroni. Il ricollocamento del dipinto murale, dopo il trasloco completato ieri, è programmato per oggi. Tutti i beni mobili di interesse culturale una volta contenuti all’ex Teatro Comunale — destinato a trasformarsi in un complesso di 160 appartamenti di lusso — sono stati esplicitamente esclusi dal passaggio di proprietà del 2013.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news