LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Piazza, basilica e decoro. «Né cancelli né concorsi, di Santo Spirito deve occuparsi il Comune»
Paola Grifoni
Corriere Fiorentino - 12/2/2021

Caro direttore,
non avevo intenzione di intervenire pubblicamente ancora una volta per una questione che riguarda la nostra città ma, da residente, mi sento in dovere di affrontare la questione della movida in Santo Spirito e ancora di più della dissennata proposta, sollecitata da un manipolo di residenti, della cancellata intorno alla chiesa di Santo Spirito. Per salvaguardare il decoro della piazza e della chiesa che la conclude, nonché giustamente la propria serenità, un esiguo numero di residenti, a soluzione del degrado, non trova di meglio che mettere in carcere la chiesa con la realizzazione di un’orrida (mi si consenta il termine) cancellata che dovrebbe cingerla in tutto il suo perimetro libero. Davvero si pensa così di risolvere la questione degrado, movida, notti insonni? Droga, alcol, schiamazzi, tamburelli, pizza, cibo da asporto non saranno certo fermati da una cancellata che diventerebbe presto ricettacolo di carte ed immondizia sulle scalinate e sul sagrato, nonché comodissimo posteggio per le biciclette che vi verrebbero incatenate. L’unico risultato sarebbe quello di aver deturpato uno degli ambienti storicizzati più veri di Firenze. Luogo che non ha alcuna necessità di concorsi di idee (come rilanciato anche nei giorni scorsi da Palazzo Vecchio), che vadano a modificare la sua natura, la sua essenza, la sua stratificazione storica e popolare. Interventi simili, realizzati, sono sotto gli occhi di tutti dal Mercato delle Pulci a piazza dei Ciompi a piazza del Carmine, tutti «non luoghi» completamente snaturati, che potrebbero essere ovunque, che allontanano invece di aggregare; per questo lascerei i concorsi di idee a quegli ambiti di cui sono piene le nostre periferie e mi avvicinerei con grande rispetto a quella stratificazione che il tempo ha determinato in piazza Santo Spirito. Lasciamo che i residenti e i fiorentini tutti, possano trovare tra le panchine di pietra, gli alberi, le aiuole, il monumento, l’edicola dei giornali, le bancarelle di frutta e verdura, abbigliamento e merce varia uno dei pochi angoli veri di una Firenze che sta scomparendo. Da soprintendente mi sono sempre battuta contro recinzioni e cancellate, non è con questi sistemi che si salvaguardano i monumenti né ritengo, come nel caso di Santo Spirito, la buona pace dei residenti. La cancellata farebbe spostare solo di qualche metro quella varia umanità che continua a trovare nello sballo una ragione di vita. È una questione sociale e politica di cui deve farsi carico l’amministrazione comunale, anche con opportune modifiche alle normative ed il sostegno delle forze dell’ordine.

Paola Grifoni,
Già Soprintendente ai Beni Architettonici, Ambientali e Paesaggistici di Firenze



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news