LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Campania. La strada del ‘600 torna sottoterra
Marco Molino
Corriere del Mezzogiorno - Campania 4/2/2021

Prima il clamore per la testimonianza storica tornata alla luce. Poi i riflettori si spengono e prevale il degrado. Infine il mesto ritorno sottoterra. Questa l’emblematica parabola che ha caratterizzato, in poco più di sei mesi, la breve rinascita del tratto di strada seicentesco rinvenuto nel giugno dell’anno scorso durante un intervento di riqualificazione di via San Nicola al Nilo nei decumani.

Nonostante i progetti di valorizzazione, le associazioni hanno più volte segnalato che il sito stava diventando una discarica. Ma l’unica soluzione trovata per tutelare l’integrità dell’antica struttura, è stata quella di richiudere lo scavo, quasi un’implicita ammissione che l’unico modo di difendere il patrimonio, è di nasconderlo.

«Dalla scoperta alla richiusura, passando per l’esperienza dei rifiuti», commenta amaramente Antonio Pariante del Comitato di Portosalvo. «Splendore e decadenza della nostra storia sono tristemente sintetizzati in questo incredibile episodio». Eppure il rinvenimento aveva suscitato l’entusiasmo degli esperti e di tutti gli appassionati di storia della città millenaria. In un primo momento, si era pensato ad un percorso di epoca greco-romana. «Si tratta in realtà – aveva precisato il soprintendente Luigi La Rocca in una nota inviata al nostro giornale – di un tratto di strada databile tra il XVI e il XVII secolo realizzato in laterizi posti a spina di pesce, tecnica molto diffusa a Napoli nel corso del ‘600, come testimoniato da altri rinvenimenti nel centro storico».

Purtroppo, nonostante il promesso recupero, gli interventi sembrano essersi arrestati in quei primi giorni d’estate. Buste, bottiglie di plastica, uno sgabello fatto a pezzi, residui di cibo marcito hanno velocemente riempito lo scavo archeologico malamente protetto con una sgangherata transenna. «Era urgente ripristinare il presidio del sito per scongiurare anche i possibili furti dei preziosi mattoncini», spiega Giuseppe Serroni dell’associazione I Sedili di Napoli.

«Abbiamo mostrato lo sfascio anche all’avvocato Elena Coccia, delegata della Città Metropolitana alla cura del patrimonio Unesco, affinché potesse rendersi conto della situazione e sollecitare le istituzioni ad intervenire». Ora il Comune, per correre ai ripari, ha pensato bene di ricoprire con uno spesso strato di terra il selciato seicentesco. Una forma di tutela buona, forse, per i posteri.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news