LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Nardella dà il via ai lavori al Franchi. «Per i negozi 25 mila metri quadri»
Marzio Fatucchi
Corriere Fiorentino - 19/2/2021

Palazzo Vecchio fa partire i lavori di manutenzione al Franchi, aggiungendo anche quelli sul fronte «statico». Da ieri gli operai sono al lavoro per le «battiture», per verificare lo stato del calcestruzzo e del ferro interno. Applicano antiossidanti e poi nuovo cemento. Ma i tecnici del Comune hanno deciso di procedere subito anche con i lavori di messa in sicurezza nei punti critici dal punto di vista statico (con fibre di carbonio), grazie al lavoro della Facoltà di Ingegneria, ieri presente con la professoressa Gloria Terenzi al sopralluogo voluto dal sindaco Dario Nardella. Con lui l’assessore allo Sport Cosimo Guccione, il direttore del Comune Giacomo Parenti, il dirigente dei Lavori pubblici Michele Mazzoni, il presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi, il presidente della Commissione sport Fabio Giorgetti. Nardella parla anche con i rappresentanti dei tifosi dell’Atf.

Della Fiorentina, solo tecnici, nessun dirigente. È la rappresentazione del freddo glaciale tra Rocco Commisso e Nardella, sul futuro del Franchi. Su cui il sindaco ha fatto «all inn», ha giocato tutto, come al poker.

Da qui a fine anno ci saranno questi primi lavori. Dopo partiranno quelli per adeguarsi alla nuova normativa antisismica (7 milioni di euro), che vedranno anche inserire dei giunti elastici tra le 24 diverse strutture di cui è composto il Franchi: l’intervento degli anni 90, con travi di acciaio, hanno reso rigido il rapporto tra strutture vicine, anche per la dilatazione termica. Mentre procedono questi cantieri, che si dovrebbero concludere nel 2023, si dovrebbe anche concludere il concorso di progettazione internazionale, con i lavori per il restyling che dovrebbero partire nello stesso anno «comunque prima della fine del mio mandato nel 2024» dice il sindaco. E nel «pacchetto» che gli architetti dovranno studiare sono previsti anche 15 mila metri quadri di spazi commerciali (o direzionali) al posto dei campini, ed altri 8-10 mila negli spazi ricavati sotto curve e tribune.

Sono metà di quelli a cui puntava Commisso (e previsti nel Piano di indirizzo votato in giunta quando l’obiettivo era demolire e ricostruire il Franchi, più un albergo). «Sapete il valore commerciale al metro quadro delle aree commerciali a Firenze: il nuovo stadio rispetto a quello attuale può valere tre, quattro, cinque volte più di questo. E con questi spazi sarà possibile vivere il Franchi sette giorni su sette. Per questo interverremo, a partire dai parcheggi, in tutto Campo di Marte, dove arriverà la tramvia», ricorda Nardella. Potranno servire o per finanziare tutta l’operazione Campo di Marte o come chiave nel caso Commisso volesse rientrare nella partita, al termine del Concorso internazionale.

La convenzione con la Fiorentina comunque scade nel 2022: se la società viola non volesse rinnovarla? «La storia non si fa con i se: e comunque dovete chiederlo alla Fiorentina», risponde Nardella. «Noi informeremo la Fiorentina di tutti i passaggi del restyling» prosegue il sindaco. E rispetto alla prima (ed unica) idea progettuale ipotizzata dall’architetto Marco Casamonti per la società viola, «l’unica vera differenza è che le curve verranno avvicinate al campo, senza abbattere quelle attuali. Le potenzialità di questo stadio sono note alla Fiorentina».

Dall’opposizione, il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Francesco Torselli critica Nardella: «Se è riuscito a trovare 250 milioni di euro, li destini alle categorie economiche danneggiate dalla crisi invece che al Franchi».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news