LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Stretta sui tavolini nelle piazze storiche. L’ultima parola alla Soprintendenza
Andrea Senesi
Corriere della Sera - Milano 19/2/2021

La speranza è che sia ancora un’estate di tavolini in ogni angolo della città. Se l’epidemia darà tregua, Milano è pronta a una nuova invasione di dehors fuori da bar, locali e persino negozi. Il Comune vuole replicare il modello dell’anno scorso, solo con qualche regola in più. In vista della scadenza dei termini della legge nazionale (il 31 marzo) — e dopo aver comunque preparato un regolamento di massima su estetica e dimensioni delle occupazioni —, nei giorni scorsi s’è fatto un ulteriore passo in questa direzione attraverso un accordo con la Soprintendenza per indicare le aree dove sarà richiesto un parere preventivo delle Belle Arti su sedie e tavolini. In pratica: i dehors dovranno essere autorizzati nel caso dovessero invadere i sagrati delle chiese o i luoghi storici e monumentali. Ecco l’elenco: Santa Maria delle Grazie, Sant’Alessandro, Sant’Ambrogio, le Colonne, la Scala, il Duomo, il Castello, l’Arco della Pace, Cordusio, i Giardini Sempione e Montanelli. Al di fuori di queste circoscritte aree le concessioni potranno essere rilasciate senza autorizzazioni preventive della Soprintendenza.

«La semplificazione favorisce l’iter procedurale delle occupazioni “leggere”», dice il protocollo firmato tra il Comune e la soprintendente Antonella Ranaldi. «L’estate scorsa — commenta l’assessore all’Urbanistica del Comune Pierfrancesco Maran — attraverso le nuove norme dei tavolini abbiamo convinto tanti bar e ristoranti a riaprire, cambiando in maniera importante lo spazio pubblico di Milano. Anche in questi giorni di zona gialla notiamo che nonostante le temperature a pranzo moltissimi preferiscono sedersi fuori. Fa parte delle nuove abitudini e nuovi modi di vivere la città e quindi stiamo andando verso regole che rendono questi aspetti definitivi».

I dehors hanno effettivamente contribuito a cambiare il volto di Milano all’indomani della prima ondata pandemica. La speranza è che nella prossima primavera-estate la città possa appunto tornare a una ripresa quasi normale della vita sociale. Nel frattempo le richieste di nuove concessioni non si sono fermate. Da gennaio a metà febbraio, nel periodo quindi più freddo dell’anno, sono state 152 le domande per nuovi dehors in città, col totale che ha ormai superato le 2.700 unità.

Il regolamento stilato a dicembre prevedeva un limite agli spazi occupati su marciapiedi e carreggiate per assicurare la pacifica convivenza dei tavolini con pedoni e posti auto e soprattutto istituiva un albo degli arredi con le caratteristiche tecniche ed estetiche utilizzabili e la relativa collocazione rispetto alle varie aree di attività (verde, marciapiedi, isole pedonali).

Sullo sfondo rimane ora l’incognita della Cosap, la tassa di occupazione del suolo pubblico. Azzerata dal governo fino a fine marzo, è assai difficile che la gratuità possa essere estesa dal Comune fino alla fine dell’anno. Palazzo Marino sta però studiando forme di agevolazioni e sconti in favore degli esercenti.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news