LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Zuchtriegel direttore di Pompei. Ora manca soltanto l’ufficialità
Vincenzo Esposito
Corriere del Mezzogiorno - Campania 20/2/2021

Sarà Gabriel Zuchtriegel l’erede di Massimo Osanna alla guida di Pompei. La decisione potrebbe arrivare già entro la giornata di oggi.

Il nome dell’attuale direttore del Parco Archeologico di Paestum-Velia, sembra, a meno di clamorose sorprese, l’unico rimasto in gara dopo la ferrea selezione (partita circa un anno fa con 44 aspiranti) voluta dal ministero dei Beni culturali e che ha visto l’ultimo atto il 10 e l’11 febbraio scorsi. Quando i restanti dieci candidati hanno sostenuto i colloqui decisivi a Roma. A capo della commissione esaminatrice Marta Cartabia, presidente emerito della Corte Costituzionale e docente di Diritto Costituzionale alla Bocconi di Milano.

Come vuole la prassi sono stati scelti tre nomi da sottoporre all’attenzione del ministro Dario Franceschini. Ma solo uno sembra realmente in lizza: quello di Zuchtriegel, favorito dalla sua esperienza sul campo anche a Pompei e da cinque anni di direzione del parco di Paestum. Inoltre il giovane archeologo ha lavorato a lungo con Massimo Osanna, promosso da pochi mesi alla guida dei musei italiani e che vedrebbe bene come suo erede il direttore di Paestum. L’altro nome rimasto in gara, ma con pochissime speranze, è quello di Renata Picone, docente ordinario di Restauro all’Università Federico II di Napoli.

Zuchtriegel è tedesco d’origine ma da poco è diventato cittadino italiano. Scelta fatta anche per superare le polemiche scoppiate nel 2015, all’indomani della sua nomina a Paestum e di quella dei colleghi Sylvain Bellenger a Capodimonte e Eike Dieter Schmidt alla Galleria degli Uffizi di Firenze. Designazioni che portarono poi a una serie di ricorsi al Tar contro gli «stranieri messi ai vertici dei musei italiani». Ma non furono accolti.

Così per evitare possibili nuove polemiche e coronare un sogno, il 14 luglio scorso Zuchtriegel ha giurato davanti al sindaco di Matera, Raffaello De Ruggeri, ed è diventato italiano. «Sono commosso e orgoglioso – disse all’epoca - di diventare cittadino di una nazione che mi ha sempre accolto con meraviglioso affetto e di cui ammiro l’umanità, la cultura e la civiltà, e nella crisi della pandemia più che mai».

Ora, a 39 anni può diventare il più giovane direttore del sito archeologico più importante del mondo. Nel suo curriculum titoli e «passaggi chiave» che si sposano a meraviglia con quanto richiesto dal Mibact per guidare Pompei. Zuchtriegel, nato in Germania nel Baden-Württemberg (la Svevia da cui proveniva anche Corradino) è stato professore a contratto di archeologia e storia dell’arte greca e romana nell’Università della Basilicata dove ha condotto un progetto di ricerca ad Heraclea, nel Metapontino. Dal 2015 ha lavorato come archeologo nella segreteria tecnica del Grande progetto Pompei. Poi Paestum.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news