LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Romani del Garda
Gabriella Brugnara
Corriere dell'Alto Adige 25/2/2021

Il sito archeologico di Monte San Martino ai Campi, situato sopra la piana dell’Alto Garda, e poco distante quello del Doss Penede a Nago. Gli scavi, proprio nel centro di Riva del Garda, attraverso cui sono stati riportati alla luce i resti di un vasto complesso termale pubblico di età romana. Ancora, l’insediamento fortificato di Monte San Martino nel Lomaso e il progetto di respiro europeo «VirtualArch Visualize to valorize», oltre alla villa romana di via Rosmini a Trento.

Sono questi i principali siti analizzati da «AdA Archeologia delle Alpi 2020», l’annuario dedicato alle ricerche archeologiche nel territorio trentino che riporta gli studi e le indagini più recenti condotti dall’Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali della Provincia di Trento. Curato da Franco Nicolis e Roberta Oberosler della stessa Soprintendenza, nello stile delle scorse edizioni l’annuario si caratterizza per un approccio interdisciplinare ai diversi temi. Diviso in due sezioni, nella prima dà spazio a contributi e approfondimenti, mentre la seconda è costituita da un notiziario che riporta l’esito delle attività di tutela archeologica condotte sul territorio.

Nel volume, l’area dell’Alto Garda si conferma quale punto nodale della ricerca, sottolineando che dai primi studi di Gianni Ciurletti a oggi, il sito di Monte San Martino ai Campi non ha smesso di restituire dati importanti per ricostruire la storia più antica del territorio. Ricerche sistematiche che continuano tuttora in tale zona hanno permesso di indagare un luogo di culto frequentato dalla seconda età del ferro all’epoca romana. Come scrivono Nicoletta Pisu ed Elisa Possenti «nel corso del IV secolo d.C sul versante meridionale fu poi costruito un villaggio (… ) circa duecento anni dopo un incendio distrusse la gran parte dell’abitato, che però continuò a vivere, anche attraverso la devozione cristiana».

Di notevole interesse i contenitori da unguento emersi durante gli scavi effettuati nel corso del 2005 e del 2006 nell’area delle terme di Riva del Garda, di cui si occupa Roberta Oberosler: «Una serie di contenitori ceramici, probabilmente destinati alla commercializzazione di oli profumati, rinvenuti nel sito e concentrati nei canali di scolo della struttura», scrive.

Il volume si sofferma poi sul «Doss Penede Project», scaturito dalla collaborazione tra Soprintendenza, Università di Trento e Comune di Nago-Torbole, per proseguire gli studi attorno all’insediamento retico-romano di Doss Penede. Oltre allo scavo stratigrafico, il progetto prevede anche la restituzione alla fruizione pubblica delle strutture messe in luce.

L’approfondimento di Frank Salvadori riguarda, invece, l’insediamento fortificato di Monte San Martino nel Lomaso, ed esamina gli oltre 18mila frammenti di resti animali ritrovati nel sito e riconducibili a quattro classi zoologiche: mammiferi, pesci, uccelli e anfibi. «Per lo più datati a periodi compresi fra la metà del V e la seconda metà dell’VIII secolo, testimoniano le modalità di sfruttamento della risorsa animale e di approvvigionamento di chi presidiava la fortezza», afferma lo studioso.

Di respiro europeo, il progetto «VirtualArch Visualize to valorize» ha posto la tecnologia al servizio della tutela e della valorizzazione permettendo di conoscere e di fruire del patrimonio archeologico nascosto nell’Europa centrale. «Attraverso la partnership di dieci soggetti diversi, distribuiti in otto Paesi dell’Europa centrale, sono stati sviluppati altrettanti progetti pilota, ciascuno dei quali basato su un contesto archeologico significativo della realtà locale», spiegano Francesca Leoni e Nicoletta Pisu. La Soprintendenza ha partecipato a «VirtualArch» con iniziative dedicate alle miniere medievali del Monte Calisio.

Nel notiziario, tra i vari articoli, si dà inoltre spazio alle indagini archeologiche condotte a Riva del Garda in via Brione e in località Sant’Alessandro e a Trento, presso la villa romana di via Rosmini, dove sono in corso i lavori per restituire il sito alla fruizione da parte del pubblico.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news