LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Galli della Loggia: sarò snob, ma il video a Capodimonte è operazione patetica e inutile
Mirella Armiero
Corriere del Mezzogiorno - Campania 25/2/2021

«È patetico. Mi chiameranno snob? Pazienza. Lo snobismo in certi casi resta l’unica difesa». Ernesto Galli della Loggia non ha dubbi: il video di Andrea Sannino a Capodimonte è un’operazione inopportuna.

Lo storico ed editorialista del «Corriere della Sera» aggiunge la sua voce a quella di Tomaso Montanari, Nicola Spinosa e Mimmo Paladino, che hanno giudicato severamente l’esibizione del cantante tra i capolavori di Caravaggio e Tiziano. «Lo chiarisce il Codice dei Beni culturali: i beni non si possono usare per fini incompatibili con il loro carattere storico artistico» ha dichiarato Montanari al «Corriere del Mezzogiorno». Dello stesso parere Galli della Loggia: «È un’insulsaggine, per la precisione. Non perché il cantante sia stonato, anzi. Ma perché c’è un’abissale differenza con il contesto. Appare chiaro che tra la canzone e il museo non c’è alcuna connessione. Non è il mio mestiere, ma forse a fare da scenario sarebbe stato meglio il panorama del golfo o una strada di Napoli. Ma il museo è stato pagato?».

No, è un’operazione di promozione culturale.
«Allora di male in peggio. Sono strasicuro che nessuno andrà mai a Capodimonte per ché ha visto il museo nel video».

Eppure è questa la replica di chi difende il video, in primis il direttore di Capodimonte Sylvain Bellenger: è un prodotto che avvicina un certo pubblico al museo. Quel pubblico che non lo frequenta o non c’è mai stato. E magari uno di questi nuovi visitatori imparerà d’ora in poi ad apprezzare l’arte.
«Questo davvero non possiamo saperlo: effettivamente l’arte può percorrere strade sconosciute e potrebbe folgorare qualcuno. Ma io penso proprio che il primo passaggio non si verificherà. Sono pronto a giurare che nessuno andrà a Capodimonte per aver visto il video. Sfido a portarmi i dati contrari. Ma in fondo anche se fosse...».

Non sarebbe un fatto positivo?
«Seppure mille visitatori in più si presentassero al museo non risolverebbero i problemi di Capodimonte. È molto più importante radicarsi in un circuito di interesse, solo la cultura può produrre un flusso stabile, solo la scuola può fare qualcosa di duraturo. Ripeto, non credo che quella canzone possa agire da attrattore. Magari la curiosità può agire su alcuni piani, per esempio su un certo pubblico che va al Louvre per vedere la Gioconda, in quanto feticcio iconico. Per poter dire: l’ho vista anche io. Comunque il problema non è il video realizzato da Sannino, ma la politica dei beni culturali in Italia».

A cosa si riferisce?
«Quando un ministero chiede ai direttori dei musei di fare soldi con le loro istituzioni è chiaro che si ricorre a qualsiasi mezzo. E allora tutto sommato meglio una canzone che vendere patate fritte nelle sale. Il punto è che da un lato tagliamo l’insegnamento della storie dell’arte nelle scuole e dall’altro portiamo avanti ancora la visione distorta del nostro patrimonio come “giacimenti culturali”. I beni culturali non sono il petrolio dell’Italia. Va difeso il concetto stesso di cultura, non è qualcosa che deve procurare soldi, non deve essere munta come una vacca. Altrimenti arriviamo ad operazioni come questa, patetiche e ridicole, che gettano una luce patetica sull’istituzione museale. Non è uno scandalo, certamente. Ma non funziona».

Dal canto suo Sannino risponde con garbo che non voleva offendere nessuna sensibilità e che l’operazione ha un fine sociale. Intanto di sicuro il suo brano «Voglia» registra visualizzazioni record e si rifà ampiamente dall’esclusione da Sanremo.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news