LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Tra influencer e neomelodici. L’arte «svenduta» sui social
Massimiliano Virgilio
Corriere del Mezzogiorno - Campania 25/2/2021

Il rancore e il dileggio verso chi osa criticare operazioni come quella realizzata con l’ormai famoso videoclip di Andrea Sannino, sullo sfondo delle opere d’arte del Museo di Capodimonte, non può essere ignorato.
Atteggiamento che, con il codazzo di veleni locali in puro stile neomelodico – altro che il buon Sannino, apprezzatissima voce anche fuori dal contesto campano – testimonia l’esistenza di un’ideologia pervasiva ormai radicata nel sistema dei beni culturali. Quella di coloro che, considerando un polveroso orpello il dettame costituzionale, ritengono che il nostro patrimonio artistico debba trasformarsi nel palcoscenico di una permanente operazione di marketing a generico vantaggio di una non meglio identificata bellezza italiana o, quando a parlare sono ex piazzisti riciclati a manager culturali, del famigerato made in Italy.

Un’ideologia ramificata a ogni livello politico e dirigenziale, oltre che nel mondo della comunicazione, sempre pronta ad accusare di conservatorismo chi non è d’accordo con le sue posizioni. Un’ideologia che punta il dito contro chiunque manifesti dubbi o dissenso, accusandolo di essere ammorbato da plurime e infime malattie: quella dell’immobilismo, del purismo, dell’elitarismo, dell’esser vecchi e superati.

Contro quest’ideologia demagogica al potere, che si nutre del richiamo al popolo aizzando i social network, a nulla serve il tentativo di dialogare, spiegarsi, analizzare i fenomeni e persino, numeri alla mano, confutare dati considerati tali quando in realtà sono soltanto assiomi indimostrati.

L’influencer che si è lasciato fotografare davanti all’opera d’arte portando un rilevante aumento dei visitatori, lo youtuber che parlando di quell’opera in rete ha condiviso con migliaia di persone un contenuto culturale... e via così discorrendo in un vortice di affermazioni dal sapore metafisico che, in quanto indimostrate, non sono né vere né false: sono soltanto parole.

In questo contesto, dunque, va a iscriversi l’ennesima querelle sul videoclip di Andrea Sannino, peraltro da considerare a tutti gli effetti uno spot pubblicitario delle bellezze campane e come tale uno strumento di promozione istituzionale. Nessuno scandalo, per carità.

Nessun estremismo da purista. Al cospetto di risultati chiari ed evidenti, sarei disposto a deporre le armi del dissenso. Tuttavia mi piacerebbe che i populisti dei beni culturali ci dimostrassero la validità delle loro strategie, raccontandoci al di là del numero di biglietti (ricordate? Quando non c’era la pandemia, era questo il loro unico Dio) gli esiti in termini di conoscenza e inclusione sociale delle fasce svantaggiate che ne può derivare da un filmato come quello al centro della polemica, realizzato senza contestualizzazione, senza informazioni, senza didattica.

Non sarebbe più opportuno, mi chiedo, spendere le risorse a disposizione in interventi pedagogici mirati, concreti, contestualizzati nel territorio di riferimento delle istituzioni museali, soprattutto tra i più giovani, senza farsi il sogno che migliaia di visualizzazioni in rete possano diffondere conoscenza a prescindere? Siete sicuri che sia questo il modo di veicolare l’arte?

Solo questo chiediamo con umiltà: discutere mettendo da parte la religione dei social con i suoi slogan, i suoi argomenti ontologici e le sue affermazioni indimostrate.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news