LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Quel concerto davanti alle Sette opere di misericordia
Vincenzo Esposito
Corriere del Mezzogiorno - Campania 27/2/2021

Musica pop o neomelodica con «contorno» di capolavoro del Caravaggio. Prima del video girato da Andrea Sannino nel museo di Capodimonte c’è stato un precedente passato totalmente inosservato e accaduto alcuni mesi fa (14 per la precisione) davanti all’opera forse più famosa di Michelangelo Merisi: «Sette opere di misericordia».

La sera del 13 dicembre 2019 al Pio Monte furono di scena Gnut&Sollo , una «full band» che si esibì, come recitava allora la locandina, in «L’orso ‘nnammurato». Non sappiamo quale fu l’afflusso di pubblico, né il contenuto canoro e musicale dello spettacolo. Sappiamo però che vennero usati strumenti, microfoni e che l’opera di Caravaggio era a pochi metri di distanza. Sicuramente non ci fu la diffusione mediatica dell’evento e tutto passò inosservato.

Capodimonte è un museo pubblico, il Pio monte della Misericordia un sito privato. Ma al di là di questo la domanda di base resta sempre la stessa: «Sarebbe opportuno — spiega Antonio Pariante del Comitato Portosalvo — conoscere i criteri e la procedura delle concessioni che giustificano le due esperienze per fare finalmente chiarezza sui metodi, sulla convenienza, e sulla opportunità di queste singolari performance artistiche e culturali». Nessun intento polemico, ovviamente, ma soltanto una richiesta di chiarezza sui metodi da seguire.

E Libero De Cunzo, figlio del sovrintendente Mario De Cunzo, che durante la sua esperienza portò Napoli ad ottenere il riconoscimento Unesco nel 1995, spiega: «Il punto è se si può concedere il ponte Vecchio a Ferrari e Fiat. Oppure se si possono fare feste, convegni e banchetti nei musei o nelle sedi storiche. Insomma se si può fare marketing o cassa sfruttando un capolavoro».

Sulla vicenda del video di Sannino a Capodimonte portata alla ribalta dal Corriere del Mezzogiorno sono intervenuti molti intellettuali.

Come Ernesto Galli della Loggia. «È patetico — ha detto — mi chiameranno snob? Pazienza. Lo snobismo in certi casi resta l’unica difesa». Lo storico ed editorialista del Corriere della Sera ha aggiunto la sua voce a quella di Tomaso Montanari, Nicola Spinosa e Mimmo Paladino, che hanno giudicato severamente l’esibizione del cantante tra i capolavori di Caravaggio e Tiziano. «Lo chiarisce il Codice dei Beni culturali: i beni non si possono usare per fini incompatibili con il loro carattere storico artistico» ha dichiarato Montanari al Corriere del Mezzogiorno .

Dello stesso parere, appunto, Galli della Loggia: «È un’insulsaggine, per la precisione. Non perché il cantante sia stonato, anzi. Ma perché c’è un’abissale differenza con il contesto. Appare chiaro che tra la canzone e il museo non c’è alcuna connessione».



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news