LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Stragi naziste: 20mila firme per salvare la casa della memoria di Rufina
Laura Montanari
La Repubblica - Firenze 12/3/2021

La più piccola era Anna che aveva due anni e mezzo, poi c’era Iole che di anni ne aveva nove e Angiolina, ventidue, Bruna che ne aveva ventitré. Ma questi sono soltanto alcuni dei nomi delle vittime della strage nazista a Berceto, nella provincia fiorentina di Rufina, avvenuta il 17 aprile 1944. Il posto in cui avvenne quell’esecuzione oggi è una casa in abbandono e decrepita, con il tetto mezzo sfondato e i muri pieni di umidità.

C’è su change.org una petizione per salvare la casa della memoria che ha già raccolto 20 mila firme. La petizione lanciata a febbraio dall'associazione "Rufina Che Verrà" chiede alle autorità competenti di salvare dal crollo la "Casa della memoria" a Berceto, nel Mugello, l'edificio che è il testimone muto della strage nazifascista del 17 aprile 1944, nella quale furono trucidate 11 persone, e nel 2016 riconosciuta dal Mibact "luogo di interesse storico". Erano i soldati della divisione Goring Luftwaffe l’aeronautica tedesca, che stavano facendo dei rastrellamenti in Mugello e nel Casentino. Arrivano a Berceto: dove alcuni partigiani del gruppo intitolato a “Lanciotto Ballerini” la sera prima avwevano trovato ospitalità in una capanna sul retro dell’abitazione della famiglia Vangelisti. Il capofamiglia, Lazzaro, pregò i partigiani di allontanarsi, ma non ci fu tempo.

I soldati tedeschi imbracciarono le armi: "Era il 17 aprile 1944 quando a Berceto, piccolo borgo nel Comune di Rufina (FI), la ferocia nazifascista trucidò undici persone di cui nove civili e due partigiani - si legge nella petizione - . Furono barbaramente uccisi Anna Vangelisti (due anni e otto mesi), Iole Vangelisti (nove anni), Angiolina Vangelisti (ventidue anni), Bruna Vangelisti (ventitre anni), Giulia Alinari in Vangelisti (quarantasei anni), Alessandro Ebicci (settantotto anni), Isola Geri negli Ebicci (quarantanove anni), Fabio Soldeti (ottantuno anni), Iolanda Soldeti (diaciannove anni) e due partigiani: Mauro Chiti di diciannove anni e Guglielmo Tesi di ventuno anni.Ora, la casa dove questa strage è accaduta sta crollando e, se le Istituzioni non interverranno quanto prima, la storia rischia di inghiottire per sempre questa terribile vicenda che, invece, deve restare viva". I luoghi sono importanti, la geografia della Storia. "Nel 2016 il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (con decreto n. 18 del 2016) e per esso la Soprintendenza belle arti e paesaggio per le province di Firenze, Pistoia e Prato ha finalmente riconosciuto la casa dove avvenne la strage quale luogo di "interesse particolarmente importante per il suo riferimento alla storia politica, militare e sociale" e , come bene culturale di particolare interesse storico, il casolare e tutta l'area limitrofa è sottoposta a tutti i vincoli previsti dalla legge, in particolare per quanto riguarda la sua conservazione, grazie alla testimonianza diretta di Vera Vangelisti, sopravvissuta all'eccidio - prosegue la petizione -.L'immobile è tutt'ora di proprietà privata tuttavia, nonostante l'apposizione del vincolo, nessun intervento di sistemazione è stato posto in essere tanto che non è difficile prevedere un imminente crollo della casa. Fra pochi anni di Berceto rimarranno solo le rovine e sarà davvero ingiusto commemorare le vittime di fronte ad un cumulo di macerie. Noi non possiamo accettare che ciò accada".

https://firenze.repubblica.it/cronaca/2021/03/12/news/stragi_naziste_20mila_firme_per_salvare_la_casa_della_memoria_di_rufina-291800244/


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news