LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

A Milano verranno impiegati volontari nei musei civici: parte la protesta
Finestre sull'arte 13/3/2021

Il Comune di Milano ha pubblicato lo scorso 10 marzo un bando rivolto alle organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale che verranno impiegate in “attività di facilitazione alla fruizione del patrimonio culturale di alcuni istituti del Comune di Milano”. Nello specifico, si legge nel bando, “i volontari saranno invitati a facilitare i processi di conoscenza dei siti culturali comunicando le principali informazioni ai visitatori per stimolare la curiosità e migliorare la fruizione del patrimonio”. I musei in cui opereranno saranno il Museo Francesco Messina, l’Antiquarium Alda Levi-Parco dell’Anfiteatro Romano, la Casa Museo Boschi Di Stefano, la Scuola di Ceramica Marieda Di Stefano, la Cripta di San Giovanni in Conca, la Collezione Grassi-Vismara e i depositi del Mudec.

Sulla bilancia, il Comune mette risorse per 236mila euro, spalmate su tre anni (tale è infatti la durata della convenzione), che serviranno per i rimborsi spese: i rimborsi sono contemplati per le spese di personale dipendente o di incarichi professionali ma solo per l’attività di formazione dei volontari, per le spese vive sostenute dai volontari o dai dipendenti (per esempio carburante, mezzi di trasporto e così via), polizze assicurative, spese per attività di sicurezza, e un massimo del 10% del totale delle spese per acquisto e noleggio di attrezzature e strumentazioni, nonché del totale delle spese imputabili alle attività (cancellaria, utenze, spese di segreteria e via dicendo).

La diffusione del bando sui social ha generato una grossa reazione di protesta da parte dei professionisti della cultura, al quale la contestualizzazione fornita del Comune non ha fornito, secondo i lavoratori, una risposta accettabile, soprattutto visto l’attuale contesto di gravissima crisi per le lavoratrici ed i lavoratori del settore. Di conseguenza le associazioni che tutelano il lavoro culturale si sono mosse: il movimento Mi Riconosci? Sono un professionista dei beni culturali in particolare ha inviato una lettera all’assessore alla cultura del Comune di Milano, Filippo del Corno, e ha fatto partire una petizione onlineper il ritiro del bando rivolto ad associazioni di volontariato per l’affidamento di attività di tutela e valorizzazione dei beni culturali milanesi.

“Se l’affidamento a volontari di attività importanti e cruciali quali la tutela e la valorizzazione del nostro patrimonio culturale era inaccettabile in un’era pre-Covid”, spiega l’associazione, “diventa assolutamente scandalosa in questo momento, quando lavoratori e lavoratrici del settore sono rimasti a casa per un anno, sopravvivendo con misere casse integrazioni o ristori, arrivati sempre troppo tardi (quando sono arrivati). Come può un lavoro svolto da volontari, personale non retribuito e non qualificato, aiutare concretamente, sul lungo periodo, la ripartenza dei luoghi della cultura milanesi? Soprattutto quando quando il Comune è disposto a mettere in campo 263 mila euro”.

“Come professioniste e professionisti dei beni culturali, come cittadine e cittadini milanesi”, continua l’associazione, “chiediamo che il bando venga ritirato, perché non possiamo e non vogliamo che il nostro lavoro venga continuamente svilito e declassato, ma non solo: chiediamo un cambio di rotta da parte dell’Assessorato alla Cultura a sostegno del lavoro qualificato e correttamente retribuito nonché supporto alle professioni del settore in questo delicato periodo storico. Cambio di rotta che passa dalla regolamentazione del volontariato, strumento utile solo se utilizzato sapientemente e non come espediente per rimpiazzare personale mancante. Chiediamo alle direttrici e ai direttori dei luoghi della cultura interessati al bando, ma non solo, di sostenere il ritiro dell’avviso pubblico in modo da porre un freno alla piaga del lavoro gratuito mascherato da volontariato. Chiediamo a tutte le professioniste e i lavoratori di supportare tale richiesta per il bene del patrimonio culturale e del lavoro stesso e per questo abbiamo bisogno del contributo di tutte e tutti”.

https://www.finestresullarte.info/attualita/milano-bando-volontari-musei-civici-protesta


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news