LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Soprintendenza speciale unica, scacco matto
Arianna Di Genova
EDIZIONE DEL 25.05.2021


Patrimonio a rischio. L'idea del ministro Franceschini di creare un organismo con i super poteri per sveltire le procedure in materia di beni culturali e paesaggio significa il commissariamento della tutela




Così, la transizione ecologica – che suona liberatoria e densa di promesse future – nel nostro paese sarà a carico dei centri storici, dei siti archeologici e del paesaggio, bene comune immateriale su cui da anni si concentrano tutti gli attacchi possibili. E la parola semplificazione, che cancella l’odiosa burocrazia in vista della ripartenza sprint, quell’elefantiaco processo di atti e controatti che tiene sotto scacco l’Italia si trasforma in un escamotage per sganciarsi dagli «orpelli» che ancorano saldamente al territorio il patrimonio culturale e ne sorvegliano la longevità, difendendo memoria e sua trasmissione.

L’idea di una Soprintendenza speciale unica con super poteri per bypassare le «cugine Cenerentole» locali, che dovrebbe essere istituita «per sveltire le autorizzazioni», crea un brutto precedente e va nella direzione auspicata fin dai tempi renziani: allentare quei fastidiosi legacci della tutela e indebolire i pareri negativi dei dirigenti preposti lì dove si ritiene sia utile procedere, a dispetto di tutto e con una logica mercantile che però tende a scaricarsi la coscienza perseguendo la green economy e, perché no, anche la «Netflix della cultura». Il ministro Franceschini ha assicurato che l’articolo 9 della Costituzione detta legge in materia (pure morale), ma ha anche affermato che sta lavorando a norme che ritiene «coraggiose» per le novità che contengono.

L’accerchiamento delle norme contenute nel Codice dei beni culturali è dunque doppio: da una parte, attraverso la Soprintendenza unica che esautora e scavalca tutti e dall’altra, con l’immissione al Mic di un buon numero di dirigenti di fascia II, di nomina politica (non per formazione o concorsi): stanno andando a prendere i posti vacanti di addetti in pensione, mai sostituiti. Così, l’endemica carenza di personale tecnico non più assunto (va considerato il fatto che, nel Mic invece di snellirsi si sono moltiplicate a pioggia le direzioni) diventa il fertilissimo terreno per mettere radici con propri uomini e donne governativi/e, mentre la regola del silenzio/assenso si riduce da 45 a 30 giorni. Il commissariamento della tutela è servito.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news