LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Beni culturali in stato di abbandono: è nato il 'Comitato Piemonte da salvare'
09 luglio 2021 https://www.torinotoday.it


Si occuperà di censire i siti storici in vista di un loro recupero


Per i beni culturali piemontesi che oggi si trovano in stato di abbandono, oggi c'è una chance in più. È nato infatti a Torino il 'Comitato Piemonte da salvare' per iniziativa e volontà del movimento culturale "Croce Reale - Rinnovamento nella Tradizione"

L'obiettivo è quello di provvedere ad un iniziale censimento di tutti i siti piemontesi che abbiano una rilevanza dal punto di vista storico, artistico, architettonico, ambientale, paesaggistico, e che versino in stato di abbandono o incuria, necessitando quindi di interventi di manutenzione, restauro e rifunzionalizzazione.

Le azioni
Il gruppo di lavoro, che ha sede in corso Regina Margherita ed è diretto da Paola Meliga, opererà grazie alla divulgazione informativa con una ricostruzione, per quanto possibile, delle vicende storiche del sito; si preoccuperà di sensibilizzare i cittadini tramite eventi di presentazione, mostre culturali, video, reportage fotografici, articoli di approfondimento e collaborerà con altre realtà culturali affini nei principi di riferimento e negli obiettivi per unire le forze al fine della messa in sicurezza, della salvaguardia e del recupero del bene considerato.

Inoltre manterrà i contatti diretti con le Istituzioni pubbliche o con gli enti di riferimento (privati e pubblici) per sollecitare e rendere possibile il recupero del bene. Il Comitato Piemonte da salvare si concentrerà in una prima fase su una limitata selezione di beni e siti che necessitano di essere risistemato, per poi dedicarsi ad altri espandendo così la cerchia di interesse.

I siti d'interesse
Si partirà, nella provincia di Torino, da Candiolo, con il Castello di Parpaglia; Carignano, la Casa forte di La Gorra; La Loggia, con Villa Carpeneto; Ozegna con il suo castello; Chivasso e la tenuta storica della Regia Mandria; Grugliasco e Villa Maggiordomo; Nichelino e il Castelvecchio di Stupinigi; Poirino e il castello di palazzo Valgorrera e a Torino villa Imperiali Becker già San Germano e il castello del Drosso.

E fuori provincia: il castello di Carpenetta a Casalgrasso, la Rocca dei Caccia a Castellazzo Novarese, il castello monastero a Lenta (Vc), il castello di Vetigné a Santhià (Vc), il castello neogotico di Marene (Cn), il castello di Bonavalle a Murello (Cn).

"Il nostro comitato - sottolinea la responsabile Paola Meliga - invita i cittadini, le pro loco, le realtà associative e culturali dei vari luoghi a segnalare situazioni di particolare criticità e ad inviare informazioni in merito a beni al momento non compresi nella lista”.

https://www.torinotoday.it/eventi/cultura/comitato-piemonte-da-salvare.html


news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news