LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA: Il Teatro Greco di Taormina trasferito dallo Stato alla Regione
L'Eco del Sud, SABATO 17 AGOSTO 2002




Soprintendenza e Ufficio del Territorio hanno raggiunto l’accordo per il trasferimento dallo Stato alla Regione Siciliana dei beni culturali, di proprietà del demanio, ricadenti nel territorio di Messina. Dopo una lunga serie di contatti e riunioni, il direttore dell’Ufficio del Territorio di Messina, dott. Giuseppe Merlino e il Soprintendente per i Beni Culturali, Gianfilippo Villari, hanno definito l’annosa questione del possesso dei beni culturali demaniali ubicati nella provincia di Messina. Sino ad oggi la maggior parte dei siti archeologici o monumentali siciliani, pur essendo gestiti dalla Soprintendenza per conto della Regione Siciliana (che ha la competenza esclusiva sui beni culturali ricadenti sul suo territorio) risultano nella disponibilità del demanio statale. Per problemi procedurali di diversa natura, infatti, non è mai stato possibile portare a termine le procedure di trasferimento al demanio regionale. Questo stato di cose comporta una lunga serie di ritardi e difficoltà, anche di ordine finanziario, che si pongono come serio ostacolo al processo di ammodernamento che sta interessando l’amministrazione dei beni culturali in Sicilia. Ed è anche il motivo per cui l’Assessore dei Beni Culturali, on. Fabio Granata, ha sollecitato il Soprintendente Villari a mettere in cima ai suoi obiettivi da raggiungere la risoluzione di tale problema. L’invito al professore Villari, non a caso, era stato rivolto alcuni mesi fa a Taormina, il cui Teatro Antico è il sito più interessato dallo sviluppo turistico – culturale di tutta la Sicilia. Il Teatro Antico di Taormina, da settembre, sarà anche il primo bene culturale siciliano a transitare definitivamente nelle disponibilità del demanio della Regione Siciliana. Il 5 e il 6 settembre prossimi saranno a Taormina per la formale assunzione in possesso dei vari immobili situati nel territorio: il Soprintendente per i Beni Culturali di Messina dott. Gianfilippo Villari; il Direttore dell’ufficio del Territorio di Messina, dott. Giuseppe Merlino, e gli inviati del Dipartimento dei Beni Culturali ed Ambientali, dell’Assessorato alla Presidenza della Regione, dell’Assessorato Regionale al Turismo e dell’Assessorato regionale Territorio ed Ambiente. Si tratta dell’atto finale propedeutico all’emanazione di un apposito Decreto di passaggio di proprietà da parte del Presidente della Repubblica.

Una decisione che possiamo ben definire storica, alla luce anche di quanto abbiamo denunciato sul nostro giornale per manifestazioni da stadio che hanno dissacrato l’Antico Teatro di Taormina. Anche i commercianti di via Teatro Greco di Taormina saranno soddisfatti perché sarà difficile adesso che si conceda il Teatro Antico per avvenimenti di massa che hanno arrecato ai commercianti della zona incalcolabili danni e spesso hanno precluso ai numerosi turisti di poter gustare le bellezze del sito.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news