LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

IN EVIDENZA. Sicilia e beni culturali: questo il modello che si persegue? Una petizione alle autorit

La situazione dei beni culturali in Sicilia diventa sempre pi preoccupante. Stiamo assistendo allo smantellamento della struttura di tutela ed alla totale emarginazione del personale tecnico.

Diffondiamo e vi preghiamo di diffondere la petizione che ci invia Irene Berling, presidente di Assotecnici.

Primi firmatari sono
Carmela Angela Di Stefano (archeologa, gi Soprintendente Amministrazione Beni Culturali Regione Sicilia),
Nicola Bonacasa (gi Prof. ordinario di archeologia, Universit di Palermo)
Nunzio Allegro (Prof. ordinario di Archeologia, Universit di Palermo)
Agata Villa (funzionario archeologo, Amm. Beni culturali Regione Sicilia).

Le adesioni vanno indirizzate a linadistefano@virgilio.it.

La Sicilia, per effetto della speciale autonomia, ha facolt di legiferare anche in materia di Beni Culturali.
Da tale facolt discende, come noto, lemanazione delle leggi che hanno consentito lattuazione delle Soprintendenze uniche provinciali e lautonomia dei principali musei e delle biblioteche siciliane.
Successivi interventi legislativi hanno ulteriormente contribuito a modificare profondamente lorganizzazione interna di queste strutture.
Di fatto, tutti gli incarichi ai vertici delle soprintendenze, dei musei e delle biblioteche sono assegnati, su proposta dellAssessore dei Beni culturali, dalla Giunta regionale di Governo con apposito decreto. La discrezionalit della scelta si fatta sempre pi incisiva e sempre meno legata alle effettive qualit tecnico-scientifiche dei soggetti prescelti.
Lemanazione nel 2000 della Legge Regionale n. 10 ha permesso, infatti, che un funzionario amministrativo sia stato preposto alla direzione del Museo Archeologico Eoliano, creato e per anni diretto da un prestigioso archeologo quale Luigi Bernab Brea, e che invece un archeologo sia stato nominato direttore della Biblioteca regionale di Catania.
La Biblioteca Centrale di Palermo, la pi importante istituzione bibliotecaria siciliana, diretta da un dirigente amministrativo, mentre un architetto dirige la biblioteca Luigi Pirandello di Agrigento. Ancora, un architetto stato chiamato a dirigere il Museo Archeologico di Palermo, il pi antico e importante Museo Archeologico siciliano; un altro architetto dirige il Museo storico-artistico Bellomo do Siracusa.
Questa procedura perversa sta ora cominciando ad estendersi anche alle direzioni delle Sezioni tecnico-scientifiche delle soprintendenze, ove architetti e funzionari amministrativi vengono preposti alla direzione delle sezioni storico-artistiche o bibliografiche.
La professionalit acquisita, i lunghi anni di formazione e di specializzazione, le ricerche scientifiche, le pubblicazioni specialistiche non vengono dunque tenute in conto; non vengono considerate un patrimonio di competenze da difendere. E ci proprio quando lo Stato moltiplica nel campo universitario gli indirizzi specialistici e mentre si allargano i contatti scientifici e gli scambi internazionali.
Gli Istituti dei Beni Culturali in Sicilia non vengono infatti considerati ormai centri di ricerca scientifica e strumenti di di crescita sociale ma semplici uffici amministrativi, i cui vertici potranno essere facilmente intercambiabili con quelli di altri settori.
La gravit di questa situazione anomala siciliana, accresciuta dallentrata in vigore del sistema del contratto biennale di diritto privato per tutti i funzionari della Pubblica Amministrazione, non pu pi essere ignorata, tanto pi se si pensa alle numerose competenze che stanno per essere trasferite dallo Stato alle Regioni.
Una modifica ai contenuti della Legge Regionale n. 10 da parte del Parlamento siciliano anzitutto una questione di civilt, ma anche di rispetto della Costituzione italiana che considera la tutela del patrimonio culturale e ambientale uno dei principi fondamentali della Repubblica.
Per questo motivo rivolgiamo un appello al Presidente della Repubblica, ai Presidenti della Camera e del Senato, al Presidente della Regione Siciliana e alle forze politiche di entrambi gli schieramenti affinch possano essere restituiti alle strutture e ai funzionari dei Beni Culturali in Sicilia dignit e prestigio.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news