LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La rivolta degli archeologi
Enrica Simonetti
La Gazzetta del Mezzogiorno, Bari, 31/1/2006

Tagliata l'acqua dai servizi degli scavi (aperti al pubblico); in quelli dei musei manca la carta igienica. Documento con 250 firme e stato di agitazione di funzionari e tecnici: minacciato stop alle missioni

BARI - Esplode la protesta degli archeologi e delle Soprintendenze: dal primo gennaio, in conseguenza dei tagli della Finanziaria, sono state soppresse le indennit di trasferta (per dirigenti e non dirigenti) e sono stati tagliati del 60% i finanziamenti destinati a pulizia, manutenzione e quant'altro: nei servizi igienici nei musei manca la carta igienica, a quelli degli scavi aperti alle visite non c' acqua, a causa del mancato pagamento delle bollette.
I funzionari e i tecnici della Soprintendenza archeologica di Bari sono in stato di agitazione: hanno firmato in 250 un documento in cui spiegano al soprintendente archeologico della Puglia Giuseppe Andreassi che il personale non pi messo in condizione di far fronte all'attivit di tutela del territorio, chiedendo iniziative da intraprendere e sottolineando che non ci saranno a partire dalla data odierna trasferte sul territorio se non previa corresponsione dell'anticipazione pari al 75% delle spese presuntivamente sostenute.
Un documento stato firmato anche dai funzionari della Soprintendenza del Patrimonio storico artistico e etnoan-tropologico delle province di Bari e Foggia. E non basta: in agitazione anche il personale della Soprintendenza archivistica.
questa l'attenzione alla cultura che tutti vanno propagandando?, dicono i funzionari. E va subito chiarito che il problema non solo quello del taglio della diaria. Gli archeologi sono infuriati, sfiduciati e precisano che l'entit della diaria tagliata di ben 85 centesimi all'ora: Qual il risparmio che lo Stato pensa di fare sui nostro magri stipendi?
E una vergogna. Inoltre, c: il problema degli arretrati: Da un anno non ci viene corrisposto quanto dovuto per le trasferte, denuncia Francesca Radina.
Tutti sottolineano che il problema di principio, dato che ovviamente gli 85 centesimi non cambiano la vita di nessuno. La nostra qualifica - sottolinea Ada Riccardi. direttore del "Museo Jatta" di Ruvo - stata per tanto tempo di "ispettori archeologici". Ora il nostro ruolo praticamente svilito e ci preoccupano le sorti del patrimonio che noi dovremmo tutelare.
Gi, la tutela. Anche quella a rischio, aggiungono i tecnici. Luciano Saponaro: Tutte le ispezioni, le valutazioni sugli impianti di allarme, i problemi legati alla sicurezza: che fine fa la tutela?. Si profilano non pochi problemi e tutti se la prendono con i tagli decisi dal governo. I cantieri andranno avanti senza i nostri pareri tecnici e quindi ci sar libero scempio di eventuali siti?, aggiunge Francesca Radina. I tagli delle missioni bloccano il lavoro delle Soprintendenze: prendiamo ad esempio le trasferte tra Bari e il Gargano o quelle ad Egnazia, quest'ultimo un museo a cielo aperto in cui i risparmi sulla manutenzione possono far s che tra i resti antichissimi proliferi l'erba o, peggio, vadano a spasso i topi. Angela Cinquepalmi e Giovanna Pacilio sono amareggiate: Non solo il fatto economico ma piuttosto quello che emerge da queste decisioni e cio il mancato riconoscimento del nostro ruolo. Chi fa questo lavoro lo fa con passione, senza auto blu ma con la propria macchina o spostandosi in treno (Costretti a prendere il rapido!) da una parte all'altra della Puglia, come sottolinea Angela Ciancio. Anche l'assicurazione di poter rimodulare le spese di manutenzione per i musei ridotte a zero, non risolve la situazione: Poi i giornali scrivono che i musei restano chiusi, protestano gli addetti. Per non parlare della Soprintendenza archivistica: Le spese per le missioni sono ridotte da diversi milioni a tremila euro in tutto - annuncia Paola Bozzoni - e allora significa che nessuno potr controllare il riordino dei documenti. Significa che si vogliono garantire l'inefficienza e la perdita del nostro patrimonio.



news

09-11-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 09 NOVEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news