LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Maggio Musicale, crisi risolta. Giambrone e Arc ai vertici
Paola Fichera
La Nazione, 31/1/2006

FIRENZE Sei mesi. Tanto bastato al commissario straordinario Salvatore Nastasi per rimettere ordine nel caos della Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Ieri Nastasi con al fianco il ministro per i beni culturali Rocco Buttiglione e il sindaco di Firenze. Domenici, ha 'sparato' i nomi dei due uomini chiave che da subito prenderanno in mano le redini. Il sovrintendente nominato dal commissario Francesco Giambrone, 48 anni, palermitano. gi alla guida del Teatro Massimo: era stato indicato dal vecchio cda. ed era gradito al sindaco Domenici, ma fu 'bocciato' proprio dai consiglieri di nomina governativa. Per settimane infuriata la polemica. E proprio per il mancato accordo il ministro decise di nominare un commissario. La chiave per l'accordo su Giambrone il nuovo direttore artistico. Si tratta di Paolo Arc, romano, 53 anni, attuale direttore artistico del Carlo Felice di Genova, per nove anni alla Scala. Assumer il suo ruolo solo dal 9 marzo, alla scadenza del mandato del commissario. Arc, gradito al ministro, sostituir Gianni Tangucci. Il maestro Zubin Mehta. direttore principale del Teatro e sostenitore di Tangucci, ha dovuto accettare il cambiamento, che di fatto sembra chiudere la porta alla collaborazione di Cesare Mazzonis: ma sul ruolo dell'ex direttore artistico la prossima mossa tocca ad Arc. Onorato e preoccupato, si detto Giambrone che comunque parla gi di un progetto gestionale ma soprattutto culturale. E Arc fa eco con i ricordi, le assidue trasferte a Firenze da studente per vedere il Ring wagneriano diretto da Mehta.

Un milione e mezzo
Passeranno poi da sette a nove i membri del nuovo cda: entrer un rappresentante della Provincia, che ha gi garantito il suo ingresso fra i soci per risanare le casse del Comunale, e un membro sar nominato dal ministro. A meno che... A meno che lo sforzo di collaborazione dei privati non sia di tale entit da convincere il ministro a mettere a disposizione dei nuovi mecenati la nona poltrona. Ma ci vuole e su questo Nastasi stato chiaro un finanziamento di almeno un milione e mezzo di euro, garantito per due anni, perch i privati si aggiudichino quel posto. Il Maggio Musicale Fiorentino, del resto, sar la prima fondazione lirica in Italia a dotarsi di un comitato di fund raising, il cui scopo sar quello di reperire risorse tra i privati. Una soluzione fortissimamente voluta da Zubin Menta. Del resto l'obiettivo per tutte le fondazioni ha poi spiegato il ministro Buttiglione arrivare a un concorso di risorse misto, visto che senza privato non si fa niente. Buttiglione ricorda di aver presentato un emendamento, ancora non accolto dal Parlamento, che prevede la deducibilit integrale di tutte le donazioni di privati alle fondazioni liriche e culturali del Paese. I conti, poi. Quando Nastasi, il 9 settembre scorso ha preso le redini della Fondazione, il deficit del teatro ammontava a quasi 8,5 milioni di euro. A fine 2005 la perdita era stata ridotta a 6,5 milioni, grazie ad una stretta sui costi, anche di quelli per le scritture artistico-professionali, e a un accordo con i sindacati che hanno rinunciato alle voci mobili dello stipendio per un risparmio complessivo di 1,5 milioni di euro. Nel 2006 ha detto Nastasi il bilancio sar leggermente in attivo, ma si tratta di un avanzo tecnico, derivante dalla vendita del capannone ex Longinotti.

Falstaff resta solo
II pericolo quindi resta anche per il 2007, se non ci sfaranno ulteriori tagli (tra questi Nastasi ha citato riduzione costi del personale, maggiori entrate, esternalizzazione di alcuni servizi come la biglietteria e la sorveglianza). Sul fronte delle maggiori entrate, poi, la carta vincente il ritrovato accordo con l'Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Sar costituito presso la banca un fondo di 4.5 milioni di euro al quale il teatro, nel 2006 e 2007, potr attingere per far fronte all'esodo del personale ed agli altri interventi strutturali previsti. E sar ancora l'Ente Carifirenze l'unico sponsor del Falstaff, la sola opera su tre rimasta nel cartellone "dimagrito" del prossimo Maggio.



news

24-09-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 24 SETTEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news