LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bari -Vendola frena sull'urbanistica 'Rigido piano idrogeologico'
Paolo Viotti
La Repubblica - 31.01.2006

Occorre rimuovere tutto ci che oggi offende il territorio perch in Puglia non pi possibile ignorare, ad esempio, edifici che sono costruiti su lame o gravine: parte dalla necessit di una nuova considerazione della 'tenuta del territorio' la nuova pagina che il governatore della Puglia, Nichi Vendola, e la sua giunta di centrosinistra vogliono scrivere per far fronte al dissesto idrogeologico che interessa il 13% della regione. I punti sulla questione sono indicati messi oggi da Vendola che, insieme con l'assessore regionale alle opere pubbliche e presidente dell'Autorit di Bacino, Onofrio Introna, e il segretario generale dell'Autorit di Bacino, prof. Antonio Castorani, ha presentato a Bari il Piano di assetto Idrogeologico (Pai) alle autorit locali, agli ordini professionali e alle categorie produttive della regione.
Il Pai stato approvato lo scorso 30 novembre dal Comitato istituzionale dell'Adb Puglia, dove sono presenti anche delegati di Basilicata e Campania, ed stato pubblicato, l'11 gennaio, sulla Gazzetta Ufficiale. Comincia ora una fase di osservazione con sopralluoghi, che coinvolger direttamente gli enti territoriali. L'obiettivo: definire 'deperimetrazioni' con il conseguente abbassamento di pericolosit di parti del territorio. In particolare, saranno predisposti piani di interventi, con l'indicazione delle opere necessarie a mitigare i rischi di inondazione e di dissesto.
Nei processi futuri di urbanizzazione bisogner rendere permanentemente vietato -ha annunciato Vendola -qualunque intervento che violi la morfologia del territorio, ma relativamente allo stato attuale dobbiamo intervenire per rimuovere tutto ci che offende il territorio, per esempio tutto ci che ostruisce nell'alveo dei fiumi il normale deflusso delle acque.
Oggi, con il Pai, -ha sottolineato il prof. Castorani - si apre una pagina che definisce almeno le aree a rischio e quindi si ha la certezza sulle situazioni, che sono quasi 3.000 chilometri quadri, su 20.000 del territorio a rischio di alluvioni o a rischio frane. Tre le criticit individuate: tutte le lame e quindi gli alluvionamenti classici delle lame (con il quartiere, ad esempio, della Fiera del Levante di Bari), e poi i Comuni interni del leccese (Nard, Copertino, Campi Salentino), la zona tarantina con Castellaneta, Massafra e Palagiano. La zona del subappennino dauno essenzialmente interessata dalle frane e tutta la costa alta dagli sprofondamenti, quindi soprattutto Polignano e Vieste.



news

24-09-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 24 SETTEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news