LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

IL satellite scova il Museo Italia. Studio del Cnr: censiti centomila siti archeologici, soltanto il 5% sono conosciuti.
Emanuele Perugini
IL MATTINO, 01-FEB-2006




Ritorno al passato
L'allarme: ville e necropoli finora ignote sono a rischio. In Campania seimila luoghi ancora da portare alla luce

Spuntano nell'area di Capua le meraviglie preromane
In Campania, la pi ricca di tesori nascosti (i puntini rossi) l'area di Capua. I luoghi di Casilino, conosciuti alla sinistra del fiume Volturno, sono identificati nell'attuale Capua tra la Castelluccia, Largo dei Giudici, via Pier delle Vigne, e piazza Commestibili. Calatia sorgeva lungo l'Appia, nel tratto attualmente compreso tra San Nicola la Strada e Maddaloni, a 6 miglia da Capua.

L'ITALIA si sa, il Paese con il pi grande patrimonio archeologico del mondo. Eppure quello che conosciamo e che vediamo intorno a noi solo il 5 per cento del totale. Il Colosseo, l'Arena di Verona e tutti gli altri grandi monumenti archeologici italiani, sono infatti solo la punta di. un enorme iceberg, grosso tanto quanto l'intera penisola. La stragrande maggioranza del nostro patrimonio, il 95 per cento, infatti ancora nascosto dalla terra e rischia ogni giorno di scomparire a causa degli aratri e delle ruspe. Sono questi i risultati di una grande indagine promossa dal ministero per i Beni culturali che ha chiesto al Consiglio nazionale delle ricerche e all'universit di Lecce di realizzare un sistema informativo territoriale unico, in cui siano presenti e catalogati tutti i beni archeologi noti, meno noti e del tutto ignoti presenti sul territorio nazionale.
Dopo dieci anni di minuzioso lavoro, i ricercatori sono riusciti a produrre i primi risultati (100mila dati censiti scientificamente sul terreno, 10mila i siti gi schedati nei dettagli) di una campagna di osservazione del territorio condotta non solo setacciando palmo a palmo fossi, valli e campi, ma anche grazie al prezioso ausilio degli aerei e dei satelliti. I dati rilevati sul territorio sono stati poi trasferiti su di un sistema computerizzato, un Gis, in cui si pu vedere su mappa l'immediata localizzazione del sito richiesto. 1 risultati di questa enorme massa di dati sono stati presentati ieri a Roma.
Dal lavoro svolto - ha spiegato Marcello Guaitoli dell'Universit di Lecce - emerge l'urgenza di una adeguata conoscenza di tali beni, minacciati da una sistematica distruzione a causa di lavori agricoli e di edificazione. Meno dell'1 per cento delle ricchezze esistenti sottoposto a vincoli ufficiali. Pi del 50 per cento delle evidenze sono a forte rischio.
I risultati della ricerca sono impressionanti. In un'area nel viterbese di cento chilometri tra i comuni di Soriano nel Cimino e Vignanello, ad esempio, sono stati individuati con la ricognizione 444 punti di interesse, mentre se ne conoscevano solo 44. A Torrimpietra, alle porte di Roma, 38 punti noti, appena uno vincolato e ben 777 quelli nuovi, tra cui ville con piscina e necropoli. Anche in Campania, le nuove scoperte sono state significative. Nell'area a nord di Fondi - ha spiegato Stefanella Gigli Quilici, preside della facolt di Lettere della Seconda universit di Napoli - abbiamo individuato una citt di epoca preromana di cui non avevamo conoscenza. Anche nell'area del Sannio sono emerse le tracce di antichi insediamenti del tutto sconosciuti, ma il dato pi importante che siamo riusciti a ricostruire minuziosamente la presenza delle diverse testimonianze su tutto il territorio. In tutto in Campania si tratta di almeno 6mila evidenze archeologiche.
Numerosi i complessi scoperti nel corso del monitoraggio: nell'area di Veio, vicino Roma, sono state individuate cinque estese necropoli villanoviane, edifici della fase etrusca e romana, un grande monumento interrato (quasi sicuramente un tempio come quello che custodiva il celebre Apollo di Veio) e una villa romana. A Cerveteri invece sono stati individuati settori ignoti della necropoli di monte Abatone e una necropoli nella zona di monte Abatoncino. Nell'area di Crustumerium (Casale Marcigliana, Roma) sono state ritrovate sezioni di necropoli e due grandi complessi di et imperiale al di fuori dell'area demanializzata; in Abruzzo, tra l'Aquila e Capestrano, scovate tre diverse necropoli, tratti della viabilit antica e complessi di et romana.



news

15-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news