LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

II Petruzzelli ostaggio della campagna elettorale
GIUSEPPE GOFFREDO
Paese Nuovo 02-FEB-2006

Occorre dire che se da una parte si invoca un ritomo della politica nella pratica politica, dall'altra sarebbe auspicabile una sottrazione di tensione politica nella pratica dei progetti pubblici. Una massima di questo genere, credo sarebbe auspicabile, per esempio, nella vicenda della ricostruzione del teatro Petruzzelli di Bari.
Il teatro la Fenice di Venezia, incendiato dolosamente nel 1996, otto anni dopo l'hanno rimesso in piedi. E non eh? quella ricostruzione stata semplice e lineare. Anche a Venezia ci sono stati appalti dati e tolti. Lavori fermati. Cambio di imprese. Tutto, ma a dritta e a storto, il 14 dicembre 2003, la vergogna di quel politeama bruciato stata cancellata. Il Petruzzelli, invece, da quella sciagurata mattina del 27 ottobre del 1991, appare come stregato. Fermo al suo destino buio. Muto testimne della sua tragedia.
Eppure, a parte l'aspetto giudiziario della vicenda, fra il 2002 e il 2003 sono stati risolti gli aspetti giuridici e istituzionali: il varo della fondazione Petruzzelli con la partecipazione della Regione, della Provincia, del Comune di Bari, e del Governo rappresentato dal Ministero dei Beni Culturali; il protocollo di intesa per risanare la vertenza tra la Fondazione e la famiglia Messeni Nemagna; l'approvazione da parte del Parlamento nell'ottobre del 2003 dell'Ente lirico Petruzzelli per la ricostruzione e per la produzione di attivit di spettacolo.
E si pu concedere a un governo affamato di luci della ribalta, l'inaugurazione nel giugno dello scorso del foyer del teatro barese rimesso a nuovo. Luci, stucchi dorati, gran gente, telecamere etc. Tentazione dei tempi spettacolari che, viviamo. Come dire sotto il vestito niente, dato che, mentri si faceva un gran chiasso nel foyer, il teatro di l rimaneva al vento e al gelo.
Ma, concesso questo belletto, beh, non si pu accettare di tenere uno dei pi grandi politeama del Sud in ostaggio di una campagna elettorale; con la conseguenza, tra l'altro, di non far capire alla gente quello che sta succedendo. Allora, se mi concesso, vorrei dare un'idea dei fatti. Prima di tutto, concluso gli adempimenti burocratici e dato il primo abbrivio ai lavori con il restauro come si detto del foyer, il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Petruzzelli, attraverso la soprintendenza ai Monumenti di Bari, ha approvato un progetto redatto da un pool di ingegneri e architetti baresi. Il progetto riguarda l'abbattimento di tutte le barriere architettoniche; l'inserimento su vasta scala di sistemi di sicurezza attivi e passivi; la realizzazione di spazi pluriuso al di sotto del piano di platea tra cui laboratori e sale di prova, una sala con 375 posti a sedere ed ambienti espositivi; funzioni proprie, cio quelle di teatro verone proprio (spazi per il pubblico, ambienti di servizio, scena, servizi di scena, impianti). Le quote parti per il riavvio e il perfezionamento dei lavori sono cos suddivise: 4,3 milioni di euro del Governo, 5 milioni e 120mila la Provincia di Bari, 5 milioni e 380mila il Comune di Bari, 6,5 della Regione Puglia.
A questo punto per fra il 2003 e '4 nel Cda Petruzzelli, ad Angela Filipponio per il Comune di Bari subentra il nuovo sindaco Michele Emiliano, per la Provincia di Bari Vincenzo Divella, per la Regione nominata l'assessore alla Cultura Silvia Godelli.
Sul progetto approntato sorgono dei dubbi. Ci si interroga, ad esempio, se la cifra stabilita per restaurare il Petruzzelli sia sufficiente perci che c' da fare. C' il sospetto, in pratica, che qualcuno ha tarato in basso la cifra occorrente, e che le cose si vogliono fare in fretta, troppo in fretta. Ma cos facendo, fa intendere l'assessore Godelli, si rischia di consegnare ai baresi, dopo anni di attesa, un teatro stonato. Ovvero con una pessima acustica. E come si sa l'acustica un elemento fondamentale in un teatro lirico. Allora il ragionamento che emerge : prima di fare un papocchio e piangerselo dopo, valutiamo le cose. La Regione e il Comune nel luglio scorso chiedono al Governo la nomina di due esperti di chiara fama per valutare il progetto. Cos, in settembre sono nominati Silvano Cova e Jurgen Reinhold, due esperti di livello internazionale per quanto riguarda l'acustica teatrale. I due periti hanno lavorato, in questi mesi hanno fatto i loro rilievi e sabato 4 febbraio daranno i risultati delle loro indagini. Nel frattempo qualcuno
per ha fretta, molta fretta. E, allora, il sottosegretario Nicola Bono, da fuoco alle micce. Accusa l'assessore regionale alla cultura Silvia Godelli ed il sindaco Emiliano di voler
ritardare appositamente i lavori: "appare chiaro, dice Bono - chi e perch ha remato affinch i lavori del teatro non venissero avviati a conclusione". La polemica messa in piedi nei primi giorni di gennaio. Poi sei giorni fa lo smacco: il Ministro dei Beni Culturali Rocco Bottiglione firma un decreto con il quale squaglia i 4 milioni e 300 mila euro destinati alla ricostruzione del Petruzzelli. Cos, mentre i periti, pagati profumatamente, stanno per consegnare il proprio parere sul progetto, il Governo toglie uno dei conci sul quale poggia la ricostruzione.
Il Ministro Buttiglione interrogato durante una sua visita al museo di Taranto, ha detto qualche giorno fa die "anche se ie difficolt non mancano, cercheremo di assicurare l'ordinata prosecuzione dei lavori", I pi maligni hanno pensato che quei soldi sono stati dirottati da qualche altra direzione-Alcune domande: se non c'erano da parte del Sottosegretario Bono, esigenze preelettorali di fare in fretta, perch il Governo non ha aspettato il 4 di febbraio per sentire i periti? E poi dove sono stati dirottati quei quatti^ milioni di euro? Perch proprio nel momento in cai la Puglia recupera altri suoi teatri ad esempio il Van Westerhout di Mola, il teatro Sociale di Fa-sano, l'Umberto I di Bitonto, il Teatro Comunale di Coratos ma ne potrei citare altri, ebbene proprio in questo momento, il Governo la colpisce cancellando ben 4 milioni di euro per il teatro pi grande e pi importante della regione? E, inoltre, dirotta altrove quei soldi, mentre il Festival del Valle d'Itria e atei' enti lirici lamentano k> svuotamento del Fus (Fondo Unico per lo spettacolo)? Dov' la logica di Governo? Almeno che questo Governo e l'onorevole Bottiglione non abbiano voluto punire i pugliesi, rei nelle scorse regionali, di non aver votato per il centro-destra. Attendo risposte.



news

24-09-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 24 SETTEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news