LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ferretti riempie di luce il Museo Egizio
Giovanna Belmonte
Gazzetta del Sud, 03/02/2006

Lo scenografo premio Oscar rivisita il grande Statuario


Ci voleva lo scenografo Dante Ferretti, premio Oscar per The Aviator, curatore delle scene del festival di Sanremo 2005 e tanto altro, a riempire di luce un luogo, il Museo Egizio di Torino, tradizionalmente visto come un museo statico, misterioso s ma un po' polveroso. Ieri stato inaugurato il grande Statuario "rivisto" da Ferretti. La messa in scena, se cos si pu definire il lavoro del grande scenografo, delle grandi statue, stata presentata oggi in un Museo che si sta preparando, con non poca eccitazione, all'invasione olimpica. Il suo presidente Alain Elkann ha gi annunciato che tra i primi visitatori dello Statuario, ma anche dell'intero museo rinfrescato e ammodernato in alcuni aspetti, a partire dalle didascalie ora pi visibili e in pi lingue, ci saranno, dalla prossima settimana, il presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, il principe di Monaco, Alberto Ranieri, il presidente dell'Austria, l'ambasciatore americano.
La scenografia di Ferretti, che i vertici del Museo chiamano mostra, si intitola "Riflessi di pietra" proprio perch realizzata tramite fasci di luce e specchi. Le due sale al pian terreno gel srande Museo, dove sono custodite le due grandi sfingi e le statue dei faraoni e degli dei egizi, sono state completamente rivestite come due scatole scure abitate, nella loro folgorante semplicit, esclusivamente dalle statue, dalle luci puntate su di esse e dai rumori e dagli echi di sottofondo che proiettano il visitatore nelle terre arabe e desertiche. Ho cercato di non disturbare le statue - ha detto Ferretti - e di garantire loro un'autonomia pur immergendole in un sentire comune. Abbiamo cercato di valorizzare quello che c'era senza aggiungere e senza spostare un granch. E proprio in questo sta la genialit di Ferretti che riuscito dice lo stesso Elkann - a cambiare le cose, e tantissimo, senza cambiare nulla. I grandi specchi posizionati sulle pareti rivestite di una pelle rosso scuro permettono di intravedere particolari delle statue che molto probabilmente pochi avevano notato in passato. Le Sfingi, i faraoni Thutmosi II, Amenofi I, Tutankhamon, Sethi II, il grande Ramesse II, ma anche il dio Ariete, il dio Ptah, la dea a testa di leone Seklmet appaiono avvolte di un mistero nuovo, la luce bianca, argentea che le invade (tramite 150 spot Le Perroquet della Guzzini) sembra farle respirare.



news

22-06-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 giugno 2018

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

Archivio news