LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Investimenti in cultura, il «tetto» sarà abolito
Vera Viola
Il Sole 24 ore 19/11/2002

NAPOLI. Diventerà ancora più facile investire in cultura. È infatti pronta la modifica alla legge sulle erogazioni liberali, con l'eliminazione del tetto fissato a carico dei destinatari. Ora si studia quale strumento legislativo adottare per renderla efficace al più presto. Un annuncio atteso, quello fatto da Enrico Bellezza, consulente del ministro Giuliano Urbani, in occasione del Forum Impresa e cultura che si è tenuto a Napoli. Al Forum è seguita la consegna dei Premi Impresa e cultura alla presenza del presidente degli industriali italiani, Antonio D'Amato, altra tappa della più articolata Settimana della
cultura, organizzata da Confindustria. Vicina la modifica alla legge. Ieri a Napoli il Forum Impresa e cultura.

Dopo un approfondito studio sui motivi che frenavano l'utilizzo delle agevolazioni fiscali introdotte nel 2000 a favore delle imprese che investono in cultura e nel sociale, il testo ora è pronto. È prevista l'eliminazione totale del tetto di 139,5 milioni di euro fissato dall'amministrazione finanziaria per
evitare problemi sul fronte delle entrate fiscali. Allo stesso scopo verrà introdotta una aliquota sostitutiva dell'1 % a carico del donante che consentirà il monitoraggio delle liberalità a favore della cultura e la relativa riduzione del gettito fiscale. Del resto, lo scarso ricorso alle agevolazioni (che consiste nella detrazione dal reddito dell'importo totale) ha consentito di accantonare somme per 100 milioni di euro per il 2001 e per il 2002. «Prevediamo che entro pochi mesi possa entrare in vigore questa importante modifica - dice Bellezza - fortemente voluta dal ministro Urbani».
Con le correzioni studiate, la legislazione italiana dovrebbe diventare tale da consentire con snellezza ed efficacia gli investimenti di carattere culturale. «Siamo abituati a mitizzare l'America - dice Massimo Sterpi, legale esperto del settore - invece per una volta scopriamo che il nostro sistema è più favorevole perché non fissa, a differenza delle norme vigenti negli altri Paesi, tetti massimi di investimento a carico dei donanti. Gli strumenti oggi ci sono, basta usarli».
Ma quali sono le imprese italiane che investono in cultura? «Un tempo questo
tipo di attenzione era propria della grande impresa - dice Cesare Annibaldi, presidente della Commissione cultura di Confindustria - oggi anche piccole e
medie società, per svariati motivi, si avvicinano a questo tipo di cultura». E il presidente degli industriali di Napoli, Tommaso Iavarone aggiunge: «È innega-
bile, il Mezzogiorno su questo fronte è arretrato, ma non siamo all'anno zero».
Alle imprese che con continuità hanno realizzato investimenti in attività culturali e nel sociale è stato dedicato il premio Impresa e Cultura promosso da Confindustria, De Agostini Rizzoli Arte & Cultura, «II Sole-24Ore», ministero delle Attività produttive-Ice, Regione Campania, Assolombarda. Otto in totale le imprese premiate: Azienda Ospedaliera Meyer di Firenze, Pedrollo, Benetton group, Azienda ospedaliera Sant'Andrea di Roma, Illycaffè, Coop Adriatica e Gevi, Grafiche Antiga.



news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news